domenica, 27 Novembre 2022
HomeNewsCrisi politica ad Altamura, per Italia in Comune trattasi di un "ravvedimento...

Crisi politica ad Altamura, per Italia in Comune trattasi di un “ravvedimento tardivo e sospetto”

Critiche all'amministrazione da Italia Viva

A poche ore dall’ennesima crisi politica, forse la più grave, in seno alla maggioranza che sostiene la sindaca di Altamura, Rosa Melodia, piovono commenti dai partiti politici. I primi a buttare benzina sul fuoco sono proprio gli ex alleati di Italia in Comune, da tempo all’opposizione in consiglio comunale, che in una nota stampa criticano innanzitutto gli autori dell’ultima crisi definendo la presa di distanza di Abc e Gif “un atto di ravvedimento tardivo e quanto meno sospetto” .

A seguire non mancano le accuse di “immobilismo e totale inesistenza e inefficacia dell’azione amministrativa che non ha certo brillato per legalità e rispetto delle regole”. Lunga è la lista delle accuse mosse contro la sindaca e tutta l’amministrazione a partire dalla mancato riscontro al Prefetto per garantire parità di genere all’interno della giunta sino alla crisi di maggioranza che mise Italia in Comune fuori dall’amministrazione. Sotto accusa anche l’affidamento diretto del servizio per la vigilanza sanitaria al centro vaccini e la delibera con cui si “elargiva un milione  e trecentomila euro alla fondazione Fitzcarraldo” oltre all’annosa questione rifiuti con la gestione dei CCR.

Il gruppo che in Consiglio è rappresentato da Anna Lillo e Vito Dibenedetto punta il dito contro i consiglieri di Gf e Abc accusati di essere “intellettualmente disonesti” poiché “sarebbe bastato chiedere scusa agli altamurani e riconoscere che vi siete incatenati da soli”. Unica consolazione a quattro anni dall’avvio dell’amministrazione guidata da Rosa Melodia: “Finalmente si cambia pagina” concludono da Italia in Comune.

E non e mandano a dire nemmeno da Italia viva, oggi guidata da Francesco Gramegna l’ex segretario del Pd che con Rosa Melodia ha condiviso numerose battaglie politiche.

Per il gruppo di Italia Viva l’ennesima crisi politica in Comune è “uno spettacolo indecente”

“La classe dirigente cittadina degli ultimi dieci o forse quindici anni ha dato prova del peggio di sé, creando una sempre maggiore e probabilmente giustificata disaffezione dalla Politica e un deleterio affermarsi del populismo e del qualunquismo alla grillina. La Politica deve consentire lo sviluppo regolare e la crescita collettiva: abbiamo bisogno di una nuova stagione di impegno dei cittadini migliori, un nuovo pressante invito ai liberi e forti in grado di mettere da parte i teatrini, le malversazioni e le meschinerie cui abbiamo assistito in quest’ultimo periodo”.

Dal terzo polo arriva anche una lista delle priorità tra cui “area mercatale, organizzazione degli uffici comunali, appalto rifiuti, pianificazione turistica e culturale, nuovo piano del traffico e dei trasporti, analisi della qualità della vita e della salute dei cittadini: sono solo alcuni dei problemi che in Campagna Elettorale vengono proposti da anni e che le Amministrazioni non riescono neppure a mettere all’Ordine del Giorno dei Consigli Comunali”.

La tua pubblicità qui

Di qui l’invito, in vista dell’imminente campagna elettorale, che Italia Viva rivolge ai cittadini altamurani per organizzare “ una classe dirigente preparata, che abbia dato mostra delle proprie capacità nel mondo del lavoro, nel volontariato e nella pubblica amministrazione, e che metta questi talenti al servizio della realizzazione di alcune priorità, di cui da sempre tutti parlano, ma che nessuno ha dimostrato di saper portare a termine”.

Intanto è atteso per le prossime ore un comunicato stampa a firma della sindaca Melodia e dell’intera maggioranza.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari