domenica, 14 Luglio 2024
HomeNewsGravina, nuove linee guida per la ristorazione scolastica

Gravina, nuove linee guida per la ristorazione scolastica

Incontro in Comune con dirigenti scolastici e rappresentanti dei genitori

Sulla scorta delle linee guida nazionali per la ristorazione scolastica, nei giorni scorsi, il Dipartimento Sian Area Metropolitana dell’Asl Bari ha elaborato il menù da somministrare nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie a tempo prolungato del Comune di Gravina in Puglia, suddiviso in primavera/estate (somministrato dal prossimo mese di maggio) e autunno/inverno (somministrato a partire dal prossimo anno scolastico).

Queste variazioni introdotte dall’Asl hanno spaventato non poco i genitori che, in alcuni casi, hanno paventato l’ipotesi di esonerare i propri figli dall’usufruire del servizio mensa.

La preoccupazione di molti genitori è relativa ad un’introduzione non graduale del nuovo menù scolastico e di alcuni cibi poco diffusi o abbinamenti particolari che potrebbero incontrare il rifiuto dei piccoli.

L’intera questione, con le sue evoluzioni, è tutt’ora seguita con attenzione dall’Amministrazione Comunale, dal Sindaco Fedele Lagreca e dall’Assessore all’Istruzione Felicetta Cilifrese che, negli scorsi giorni, hanno chiesto al Dirigente Avv. Vito Spano e alla Responsabile del Servizio Dott.ssa Caterina La Rocca di convocare per giovedì 27 aprile un incontro della Commissione Mensa, costituita dai rappresentanti dei genitori; da due componenti della V Commissione Consiliare Permanente Paolo Calculli e Michele Naglieri; la stessa Dott.ssa La Rocca e la Dott.ssa Maria Grazia Forte dell’Asl Bari (ieri assente).

All’incontro erano anche presenti i Dirigenti Scolastici Prof.sse Rosa De Leo, Antonia Masserio, Teresa Patrizia Paradiso e Daniela Tota; il rappresentante della ditta appaltatrice del servizio e l’Assessore all’Istruzione Cilifrese.

Si è convenuto che durante la prima settimana del mese di maggio sarà svolto un monitoraggio da parte della Commissione Mensa al fine di comunicare all’Asl Bari possibili alternative agli ingredienti che risulteranno poco graditi.

Pertanto, da martedì 2 maggio, sarà avviata questa fase di osservazione che vede coinvolti i rappresentanti dei genitori affiancati da un rappresentante della Civica Amministrazione.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Dai dirigenti è pervenuto l’invito a tutti i genitori ad avere pazienza e a monitorare durante questa fase, al fine di arrivare pronti al prossimo anno scolastico.

Inoltre è stato proposto di avviare un confronto con l’Asl Bari e la ditta appaltatrice del servizio che porti a scelte concordate sulla somministrazione delle pietanze, assemblando in maniera diversa i primi e i secondi, in modo da arrivare all’inizio del prossimo anno scolastico, con un menù gradito ai bambini.

Si è, infine, convenuto di avviare un percorso di educazione alimentare.

Dichiarazione del Sindaco di Gravina in Puglia Dr. Fedele Lagreca

Abbiamo a cuore la salute dei nostri bambini. Vorremmo che ogni giorno il pasto sia composto da alimenti sani, genuini, con un buon apporto nutrizionale ma soprattutto buoni e graditi al loro palato. Questa amministrazione farà ogni sforzo utile per contemperare le esigenze di genitori, Dirigenti Scolastici, ditta appaltatrice, Asl e soprattutto dei bambini. 

Dichiarazione dell’Assessore all’Istruzione Avv. Felicetta Cilifrese

La mensa scolastica rappresenta un elemento fondamentale all’interno del sistema educativo e scolastico e assume valenze multiple: educativa, di socializzazione, di inclusione sociale, condivisione, nonché di servizio pubblico essenziale per la promozione della salute e di sani stili di vita. Sentire che molti genitori vorrebbero optare per l’esonero dal servizio mensa mi addolora perché vanifica i tanti miglioramenti che in questi mesi abbiamo fatto. Lavoreremo affinché ciò non accada.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari