lunedì, 15 Agosto 2022
HomeNewsGravina, sfrattata la Pro Loco per fare spazio allo Iat

Gravina, sfrattata la Pro Loco per fare spazio allo Iat

Il direttivo della Proloco chiede una nuova sede per non fermare l'attività

Dalla sede cittadina della ProLoco riceviamo e pubblichiamo:

Alla luce delle notizie diffuse in questi giorni circa lo spostamento dell’Ufficio IAT presso il locale sito in Piazza Plebiscito e per oltre vent’anni sede della Pro Loco Gravina, corre l’obbligo fare alcune importanti precisazioni.

Il Direttivo della Pro Loco UNPLI Gravina, giunto quasi alla scadenza del contratto in comodato d’uso del locale sito in Piazza Plebiscito e sede della nostra Pro Loco, ha più volte sollecitato un incontro sia con il Commissario Prefettizio che con gli Uffici Competenti, ma ogni nostra richiesta è stata evasa. Occupiamo questa sede da oltre vent’anni e sempre, alla vicinanza della scadenza del contratto in comodato, abbiamo avuto incontri e contatti con l’Amministrazione per il suo rinnovo, che ci è stato sempre concesso riconoscendoci la mirabile azione di promozione e di animazione che questa Pro loco ha svolto negli anni.

Questa volta, invece, si è scelta la strada del silenzio e del rimandare, aspettando l’insediamento della nuova Amministrazione. Decisione saggia che noi condividiamo, ma poi apprendiamo, con profondo stupore dai mezzi di informazione, che la Direzione Area Amministrativa del Comune ha deciso che l’Ufficio IAT di Gravina occuperà la nostra sede, poiché scaduto il contratto di comodato tra le parti. Crediamo che meritavamo almeno di esserne informati prima, e non di leggerlo sui social. Cosa per noi inaccettabile e credo anche poco corretta.

Come poi troviamo alquanto discutibile che si voglia privare della sua sede appunto la Pro Loco per ospitare un Ufficio di Informazioni privato, che duole ricordare non essere neanche riconosciuto da Puglia Promozione. Come ci stupisce anche la scelta di spostare un ufficio turistico dal luogo principe di incontro dei turisti, piazza Notar Domenico/Benedetto XIII, e allocarlo fuori da questo epicentro.

Anche se da Gennaio eravamo privi di rinnovo e di informazioni in tal senso abbiamo sempre continuato ad operare per ottemperare alle nostre finalità statutarie, e cioè di promozione sociale, di valorizzazione delle realtà e delle potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, turistiche ed enogastronomiche della nostra città, e ne è dimostrazione la nostra partecipazione alla celebrazione di San Michele delle Grotte con gli allestimenti dei tradizionali “balloni”. A questa attività vogliamo ricordare l’iniziativa dell’Epifania, la Giornata Nazionale del Dialetto, le iniziative di promozione turistica del progetto “Gravina si racconta”; l’inizio del progetto di archiviazione informatizzata delle storie, poesie e stornelli in vernacolo, che vedrà la sua pubblicazione in DVD a dicembre di quest’anno. Sono inoltre in fase di programmazione due serate di animazione musicale per il mese di luglio, da tenersi entrambe in Piazza Plebiscito.

Non spetta a noi giudicare le scelte politiche o amministrative. Prendiamo atto di questa decisione degli Uffici Competenti, e lo facciamo con grande rammarico, perché la soluzione scelta non risolve il problema ma ne crea un altro.

La tua pubblicità qui

Senza averci dato un tempo tecnico di verificare altre soluzioni alternative a questo locale, di discutere con l’Amministrazione altre sedi, e poter organizzare per tempo uno spostamento, ci vedremo costretti a chiudere e a privare Gravina della sua Pro Loco. Abbiamo oltre 60 iscritti e tra questi persone anziane e disabili, e per garantirne la libera fruizione serve un luogo inclusivo e non con barriere architettoniche, e che ci permetta di svolgere nel centro storico le attività, come accade in tutti i Comuni d’Italia che ospitano Pro Loco.

È giusto esultare per aver fatto risparmiare alle casse comunali soldi, ma ora noi confidiamo che con lo stesso impegno e la stessa determinazione tutti i Consiglieri Comunali e Movimenti Politici interessati si adoperino per risolvere il nostro di problema, nella speranza che sia egualmente a costo zero e con lo stesso risultato di soddisfazione”.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari