lunedì, 15 Agosto 2022
HomeNewsGravina, l'ufficio Iat nei locali comunali

Gravina, l’ufficio Iat nei locali comunali

Il dirigente annulla il contratto per il locale in piazza NotarDomenico

Revocato dal dirigente dell’area amministrativa il contratto tra Palazzo di città e il proprietario dell’immobile di piazza Notardomenico dove sarebbe stato allocato l’ufficio di informazione turistica. La decisone sarebbe arrivata su sollecitazione del nuovo sindaco di Gravina, Fedele Lagreca, e soprattutto dopo la pioggia di polemiche cadute su Palazzo di città con tanto di accuse di “spreco di denaro pubblico” per un immobile di 48 mq completamente da ristrutturate, che sarebbe costato 12.000 euro l’anno per sei anni.

Nei giorni scorsi i due consiglieri comunali di opposizione nonché ex candidati sindaco, Mario Conca e Saverio Verna, avevano chiesto l’annullamento del provvedimento invitando gli uffici comunali a individuare un locale tra quelli di proprietà comunale. Ipotesi che a quanto pare è piaciuta agli uffici comunali autori di una “seconda ricognizione tra gli immobili di proprietà comunale allocati nel centro storico” dove è stato individuato in piazza Plebiscito la sede della Proloco con un contratto oramai in scadenza.

“Considerando che tale locale rientra nelle caratteristiche richieste dall’ente regionale per gli infopoint – si legge nella determina dirigenziale – si è ritenuto opportuno emanare un atto di revoca in autotutela che trova fondamento nei superiori principi di buon andamento e di efficienza che ispirano l’operato della Pubblica Amministrazione e che impongono l’utilizzo di cespiti di proprietà pubblica, allorquando disponibili e fruibili, non essendo più necessario il ricorso al mercato, nel perseguimento dell’obiettivo primario del risparmio di spesa”.

Tutto è bene ciò che finisce bene. Sempre che la Proloco non abbia nulla in contrario…

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari