martedì, 28 Maggio 2024
HomeNewsMatera, approvato il Rendiconto di gestione 2023

Matera, approvato il Rendiconto di gestione 2023

Con 17 voti favorevoli fa registrare un fondo cassa attivo di 44 milioni

È stato approvato, martedì 30 aprile, dalla maggioranza del consiglio comunale (17 favorevoli e 7 contrari) il Rendiconto di gestione 2023, che fa registrare un fondo cassa attivo di ben 44 milioni e un risultato complessivo di amministrazione di circa 55 milioni (due in più dell’anno precedente).

Obiettivo raggiunto grazie anche a una sapiente gestione delle riscossioni, con il recupero del 77% sull’accertato; ben 17 punti percentuale in più rispetto al 2020, anno d’insediamento dell’Amministrazione comunale Bennardi.

I dati sono stati esposti in Consiglio dall’assessore al Bilancio Arcangelo Colella. Sul fronte finanziario, si evidenzia la stabilità dell’ente, quindi la crescita della capacità di spesa e la costante lotta all’evasione.

In particolare, il risultato di amministrazione complessivo, è pari a circa 53,5 milioni, suddiviso in: 25,9 milioni accantonati a fondi come previsto dalla normativa vigente; 26,5 milioni destinati alla parte vincolata da legge e/o da regolamenti; 713mila euro di avanzo destinato a investimento, e due milioni di avanzo libero di amministrazione.

Circa 3,4 milioni sono stati stanziati nel Fondo contenzioso, per fronteggiare eventuali rischi collegati a cause in corso: nel 2023 i debiti fuori bilancio provenienti da sentenze sono stati di 354mila euro.

Continua a crescere la capacità di impegnare somme della spesa corrente. Infatti, su una disponibilità complessiva di 78 milioni nel 2023 ne sono stati impegnati 61, con una capacità del 78%, 2 punti percentuali in più rispetto al 2022 e ben 5 rispetto al 2020. A dimostrazione di un continuo e costante miglioramento della capacità di spesa degli uffici comunali.

Sul piano tributario, nel 2023 sono state accertate maggiori entrate per 2,6 milioni rispetto al dato 2022. In particolare, le entrate accertate da Imposta municipale propria sono aumentate di 411mila euro rispetto al 2022.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Anche questo dato denota una continua e costante attività di recupero delle entrate comunali, a beneficio dell’intera collettività. Continua con buoni risultati, l’attività di smaltimento dei vecchi residui attivi, passati da 63 a 49 milioni con una riduzione di 14 milioni.   

Ad oggi, l’indice di indebitamento del Comune di Matera è ben al di sotto del limite massimo. La riscossione coattiva ha prodotto l’incasso di circa 1 milione, a fronte dei 3 di ruoli presi in carico dall’Ader, facendo registrare una capacità di riscossione nel solo primo anno pari al 33%, che quasi certamente supererà il 70% nei prossimi 5 anni, durante i quali continueranno le attività per la riscossione di tali somme.

«Un grande risultato di questa Amministrazione – ha rimarcato Colella – poiché mai come ora si sono raggiunte percentuali così alte nell’attività di riscossione coattiva. Sul fronte della lotta all’evasione, sono state superate di circa 100mila euro le previsioni iniziali – prosegue l’assessore.

A conferma del costante e continuo impegno di questa Amministrazione, nel porre in essere misure di contrasto all’evasione fiscale. I numeri contenuti in questo documento, sono la dimostrazione oggettiva della bontàdelle scelte economico-finanziarie, rivolte a sempre a migliorare le condizioni di vita dei cittadini materani non mettendo mai a rischio la stabilità dei conti pubblici».

E conclude: «Ringrazio l’intera Giunta comunale, la maggioranza (per l’indispensabile lavoro svolto durante l’anno e nelle varie commissioni consiliari) e tutti gli uffici comunali, per il buon lavoro di squadra che ci ha consentito di conseguire questo ennesimo obiettivo».

Soddisfatto il sindaco Bennardi: «Abbiamo investito 3 milioni sulle strade, un record – ha detto in chiusura di lavori. Ringrazio i consiglieri della mia coalizione oltre a tutti gli altri, perché anche all’opposizione si può fare un lavoro di squadra molto importante in commissione.

Volendo fare una stima, 3 milioni hanno consentito di riqualificare circa 40 chilometri di strade, un investimento a favore della sicurezza. Certo, non si deve sempre misurare la manutenzione delle strade in chilometri, perché come sappiamo esse si misurano anche nella loro larghezza, quindi prevalentemente in metri quadri; ma è un investimento importante in continuità rispetto agli anni passati.

Come il milione investito sulle scuole, di cui conosciamo bene le criticità. Ringrazio il settore finanziario ed i revisori, poi la dirigente Delia Tommaselli, la dottoressa Giovinazzi, il dottor Dicuia e tutti i dipendenti.

Grazie a tutti loro, siamo riusciti a fare in modo che questa Amministrazione avesse sempre i conti in ordine».

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari