lunedì, 26 Settembre 2022
HomeNewsAttualitàMurgia, Superbonus edilizia: stop a proroghe, si ragiona sulle cessioni

Murgia, Superbonus edilizia: stop a proroghe, si ragiona sulle cessioni

Niente proroga e frenata sulla cessione del credito

Stop ai superbonus edilizia. I superbonus lanciati dal Governo per rilanciare l’economia italiana a causa della pandemia hanno rialzato il Pil: +6% per l’encomia pugliese lo scorso anno. Hanno però strozzato il sistema con le banche piene di crediti ceduti dai condomini in cambio dei lavori di ristrutturazione.

5,4 miliardi di bonus lavorati dalle società di revisione, analizzati dalle banche ma non vengono scambiati. Quindi soldi che non arrivano alle imprese che lavorano.

Rischio di fallimenti

Aziende e organizzazioni di categoria hanno sollevato l’allarme per il rischio di fallire, a causa del caos e del fermo tra cessione del credito e sconto in fattura delle detrazioni.

I privati che stanno ristrutturando le proprie abitazioni temono adesso di dover pagare di tasca propria i lavori, con il rischio che restino incompiuti.

Si parla di oltre 33mila di piccole e medie imprese che stanno sul filo della chiusura. Tante purtroppo hanno chiuso o battenti, licenziando operai e bloccando i cantieri.

Caos Basilicata e Puglia

Il presidente dell’associazione antiracket e antiusura Famiglia e Sussidiarietà Angelo Festa, che opera nel territorio lucano, ha dichiarato recentemente su La Gazzetta del Mezzogiorno: “la questione del sovrindebitamento e, purtroppo, il rischio di dover ricorrere a finanziamenti poco trasparenti, in situazioni del genere emerge in tutta la sua pericolosità sociale. Gli unici a vedere la cosa con favore sono coloro che prestano denaro a usura. Le imprese impegnate nei lavori di ristrutturazione e adeguamento si ritrovano nella situazione che i fondi per il 110% sono terminati e ad ora non si comprende se il Governo stanzierà ulteriori risorse. Del resto, la maggior parte delle banche, come pure Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti, hanno bloccato tutto e non prendono più crediti di imposta. Per questi motivi, dopo aver tanto fatto propaganda su quella che era stata presentata come un’opportunità da cogliere, il Governo nazionale ora intervenga ulteriormente perché imprese e famiglie si troveranno in grossissime difficoltà”.

In Puglia sono più di 800 milioni di euro i crediti da superbonus. Una saturazione del sistema che ha portato, però, ad un allargamento del numero di abitazioni a basso impatto ambientale.

Le ultime novità: stop ai superbonus edilizia

La tua pubblicità qui

Il governo avrebbe fermato qualsiasi ipotesi di prorogare le misure del Superbonus: non ci sono soldi. Nel corso di una riunione fra l’esecutivo e i rappresentati dei partiti di maggioranza sarebbe emersa l’intenzione di non stanziare ulteriori risorse per la misura edilizia.

E chi ha iniziato i lavori? Sconto in fattura e cessione dei crediti. Vi sarebbe la disponibilità a verificare la possibilità di allargare le maglie del meccanismo delle cessioni, ampliandolo ad altri operatori economici oltre alle banche. Questi soggetti, però, stanno cercando di acquisire crediti al 50%.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari