lunedì, 20 Maggio 2024
HomeNewsGravina, Asia Prosperi: giovane promessa della danza

Gravina, Asia Prosperi: giovane promessa della danza

Ha vinto una borsa di studio in una scuola professionale a Budapest

Asia Prosperi, 14 anni appena ma tanta passione per la danza unita a grinta e talento da vendere. Vive a Gravina in Puglia con i genitori Alessandra e Eliseo e la sorella Sveva, frequenta il primo anno del liceo linguistico e ama ballare.

Ha appena vinto un concorso regionale e una borsa di studio in una prestigiosa scuola professionale a Budapest. L’abbiamo raggiunta telefonicamente dopo la vittoria per una bella chiacchierata.

Da quanto tempo balli e qual è la tua specialità?

Danzo dall’età di tre anni e pratico danza classica e contemporanea. Ho frequentato anche corsi di hip-hop e breakdance fino all’età di 10 anni, ma ho capito che la mia strada era indirizzata verso il balletto classico e contemporaneo. Ho iniziato a prendere lezioni di danza in una scuola a Gravina ma, ad 11 anni, la mia ex-insegnante mi consigliò di intraprendere una strada più professionale. Così cominciai a studiare nella scuola di danza “Danzarte” ad Altamura di Lucia e Rosanna Cannito. Ad oggi, seguo il corso di avviamento professionale allenandomi dal lunedì al venerdì per tre ore e mezza al giorno; in occasioni eccezionali seguo le lezioni anche di sabato.

Come è nata questa passione per la danza?

La mia passione per la danza è nata prima di me, da quando ho memoria mi è sempre piaciuto muovermi, seguire la musica con il mio corpo. Così mia madre, appena ha potuto, mi ha iscritta a scuola di danza. Inizialmente lo facevo per gioco, poi ho capito che la danza era diventata parte di me. Un giorno guardando le ragazze più grandi di me che indossavano le scarpe con le punte pensai “è ciò che voglio fare da grande”. Crescendo ho preso consapevolezza del fatto che la danza era diventata la mia passione e non potevo farne a meno. Se oggi riesco ad inseguire il mio sogno è grazie ai miei genitori che mi appoggiano qualsiasi siano le mie scelte e fanno molti sacrifici per far sì che io riesca a seguire le lezioni ad Altamura accompagnandomi ogni giorno.

Parlaci del premio che hai vinto

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Lo scorso sabato 11 marzo ho partecipato ad un concorso regionale “Premio Danzapuglia 2023” come solista in una variazione (coreografia di repertorio) classica, vincendo il primo posto nella mia categoria e una borsa di studio per una settimana gratuita di corsi estivi intensivi di danza in una scuola professionale a Budapest. Oltre a questo premio, partecipando a numerose gare, ne ho vinti altri. La scorsa estate ho avuto l’opportunità di studiare in una scuola a New York “Steps on Broadway” per una settimana.

Cosa provi quando danzi?

Quando danzo provo un insieme di emozioni. È difficile da spiegare: quando salgo sul palco tutta l’ansia e l’adrenalina scompaiono e ci sono solo io con la mia passione per la danza. É difficile esibirsi con i riflettori puntati su di sé e davanti ad un pubblico vasto che concentra l’attenzione sui danzatori, ma è una delle sensazioni più belle pensare che la gente sia venuta a teatro per vederti ballare.

Vedi la danza in un futuro lavorativo?

Assolutamente vedo la danza in un futuro lavorativo, infatti ho provato molte volte ad entrare in Accademia e ci proverò ancora. Ho tentato l’ammissione all’Accademia teatro alla Scala di Milano e all’Opera di Roma. Ora vorrei proiettare il mio percorso verso le scuole all’estero.

Prossimi impegni o gare da preparare?

Domenica 19 marzo parteciperò ad un concorso internazionale a Lecce con una coreografia di gruppo di danza contemporanea. Mentre a luglio ci sarà la finale di un concorso altrettanto importante in cui ho superato le selezioni. Lì parteciperò con un assolo di danza classica. Ciò che mi interessa quando partecipo ad un concorso è principalmente sfruttare l’occasione di rapportarmi con altri talenti della mia età. Il confronto mi aiuta a migliorare e a crescere.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari