domenica, 2 Ottobre 2022
HomeNewsIl Covid riprende la sua corsa

Il Covid riprende la sua corsa

Torna a salire la curva del contagio ma il Governo lavora al dopo emergenza

Solo in Puglia nel bollettino di domenica 13 marzo sono stati registrati 4.422 nuovi casi Covid a fronte di 24527 test eseguiti. Il tasso di positività si attesta al 18,02% in risalita rispetto alla scorsa settimana quando era del 15,41%.

I nuovi positivi sono 1.265 in provincia di Bari, più colpita insieme al Leccese, con 1496 casi. Ancora, si registrano 278 positivi, nella Bat, 381 in provincia di Brindisi, 488 nel Foggiano, 470 in provincia di Taranto. I casi riferiti a residenti fuori regione sono 33, per undici la provincia è in corso di definizione.

Si conferma in risalita il numero degli attualmente positivi: oggi sono 80.152. Sale a 699.360 il numero dei guariti (+3023). Sostanzialmente stabile il numero dei ricoveri, oggi complessivamente 571 (+1 rispetto a ieri) di cui 543 (+1) in area non critica e 28 in terapia intensiva.

Numeri in aumento, sostanzialmente in linea con il resto del Paese, a dimostrazione che il Covid non è un ricordo ma il virus circola ancora e in maniera preoccupante soprattutto nella popolazione più giovane, ovvero quella meno protetta dai vaccini.

Intanto il Governo lavora alla fine dello stato di emergenza prevista per il prossimo 31 marzo.  

È infatti atteso per il prossimo mercoledì, 16 marzo, il nuovo decreto che renderà noto il calendario delle riaperture dal 31 marzo al 15 giugno oltre che le nuove regole per il Green pass e il Super Green pass già a partire dal primo aprile.

Innanzitutto non sarà più necessario esibire la Certificazione Verde Covid-19 per consumare in bar e ristoranti e nei trasporti pubblici dopo la fine dello stato d’emergenza, ovvero dopo il 31 marzo.

La tua pubblicità qui

Per quanto riguarda la scuola si sta valutando l’ipotesi di eliminare l’obbligo di mascherine Ffp2 dopo il contatto con un positivo e la revisione delle quarantene.

Cosa succede dal 1 aprile?

Se il 31 marzo finirà lo stato di emergenza, il 1 aprile sarà il giorno dello stop al Green pass rafforzato nei luoghi all’aperto, in ristoranti e bar e sui trasporti pubblici.

Occorrerà invece aspettare il 1 maggio per la cancellazione dell’obbligo di certificato per i luoghi al chiuso, ovvero gli esercizi commerciali ma anche i cinema, i teatri e gli stadi; cadrà anche l’obbligo di Ffp2 per assistere a concerti ed eventi sportivi.

Dal 1 giugno stop all’obbligo di mascherine sui mezzi di trasporto pubblico mentre il 15 giugno è fissata la fine dell’obbligo vaccinale per gli over 50, che per entrare al lavoro non dovranno più mostrare il Super Green pass.

Queste solo i primi passi per la ripartenza post covid. La cabina di regia convocata per questa settimana disegnerà le ulteriori tappe per eliminare le restrizioni imposte in questi due anni. Il tutto mentre la curva dei contagi è in una fase di risalita in tutta Italia sebbene i vaccini permettono una protezione importante per gli immunizzati.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari