mercoledì, 28 Febbraio 2024
HomeNewsLella Ruccia, iniziative e dichiarazioni per l’8 marzo

Lella Ruccia, iniziative e dichiarazioni per l’8 marzo

Il messaggio della consigliera di Parità della Regione Puglia

Una dichiarazione dell’avv. Lella Ruccia, consigliera regionale di parità della Regione Puglia: “Il mondo cambia? Serve un cambiamento per le Donne e i loro diritti?

Sono le domande che ricorrono ad ogni appuntamento annuale con la giornata internazionale per la promozione della DONNA.

Vale la pena fermarsi e riflettere in un esercizio che comprenda tutti: Donne e Uomini, per uscire da una facile rappresentazione del “femminile” pieno ancora di stereotipi ma che ancora è lontano dalla giusta rappresentanza delle Donne e del loro apporto alla società civile in termini di risorse energie e soprattutto Visione.

Ci sono diritti e traguardi che le Donne hanno raggiunto in qualche parte del mondo: troppo poco, ancora, per dire che l’8 marzo non sia ancora una giornata per ricordare i tanti Diritti Mancati delle Donne.

Evitiamo inutili esercizi retorici sulle donne che combattono le donne arrivate al potere: sono millenni che il patriarcato ci impone modelli di perfezione e competizione perché ciascuna sia perfetta altrimenti non sarà lei quella giusta.

Meglio donne e ragazze coraggiose che Donne perfette.

E per questo un tributo deve andare alle Donne Iraniane e alle donne Afghane, da parte di ognuna di noi per il coraggio di lottare per le proprie libertà fondamentali che ognuna di noi dà per scontato e acquisito.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Serve guardare fiduciose al futuro con la consapevolezza che è questo il tempo  di mettere in campo le energie positive per continuare ad indirizzare, non senza fatica e battute d’arresto,  Politiche di genere e di sostegno  per le Pari Opportunità nel lavoro per una vera emancipazione economica che possa permettere alle donne di scegliere di realizzarsi pienamente: il diritto alla piena autodeterminazione della propria persona ,come diritto alla Libertà, alla vita, alla propria identità, senza che un sistema vecchio e logoro come il patriarcato possa costringerci a rinunciarvi.

Le priorità rimangono Lavoro, Reddito Competenze Tempo e Rappresentanza Politica: è necessario mettere a sistema le Politiche di genere, facendo rete tra Organismi con apporto di risorse economiche ed organizzative, che diventino strutturali, per potenziare gli strumenti che nel tempo ci siamo guadagnat* , per la costruzione di un nuovo assetto sociale inclusivo, per il conseguimento del benessere sociale che costituisce un valore per tutti, non solo per le donne. Donne Vita e Libertà!”

Gli appuntamenti per l’8 marzo:

Oggi, 8 marzo, giornata internazionale della donna, alle 10.30 l’assessore al Welfare, Rosa Barone, parteciperà al Sacrario dei Caduti Oltremare di Bari (via Gentile, Bari Japigia) alla cerimonia organizzata dall’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (Unuci) in omaggio alla prima donna italiana decorata di Medaglia d’oro al valor militare, Maria Boni in Brighenti, infermiera volontaria caduta sul campo di battaglia, le cui spoglie riposano nel Sacrario di Bari. L’assessore Barone alle 17.30 parteciperà poi all’iniziativa organizzata dal Comune di Cassano Murge (Ba) “È un paese per donne l’Italia? – Diritti, nuove sfide e problemi di diseguaglianza di genere”, nella sala conferenze di palazzo Miani Perotti. La consigliera delegata alla Cultura, Grazia Di Bari, parteciperà a Trani (Bat) alla III edizione del Premio “FOR-ME per le DONNE”, organizzato dall’associazione culturale FORME e dal Comune di Trani, per premiare figure che si sono particolarmente distinte nel proprio ruolo professionale, istituzionale ed accademico.  La cerimonia di premiazione si svolgerà alle ore 18.30 nelle sale di Palazzo San Giorgio, via San Giorgio, 26.

LA SANITA’ PUGLIESE PER L’8 MARZO

Di seguito, le iniziative della sanità pugliese organizzate in occasione dell’8 marzo, giornata internazionale della donna.  L’assessore Rocco Palese dichiara: “molte strutture sanitarie regionali celebreranno l’8 marzo con iniziative a tutela della salute delle donne. La Regione è con loro, perché intende continuare ad investire sulla prevenzione e sulla cura di malattie che colpiscono in special modo le donne, coinvolgendo le strutture ospedaliere e del territorio”

ASL BARI

Giornata internazionale della donna, un nuovo ambulatorio di dermopigmentazione del seno dedicato alle pazienti operate di tumore mammario

Oggi, alle ore 11, all’Ospedale San Paolo, l’attivazione del servizio, il primo gratuito in Puglia, con il contributo della associazione Energia donna

L’Ospedale San Paolo di Bari ha attivato un nuovo ambulatorio dedicato alla dermopigmentazione del complesso areola-capezzolo. E’ un tatuaggio medicale che ridisegna una particolare zona del seno, nelle donne operate di tumore mammario che, da un lato, conclude l’iter di chirurgia ricostruttiva della mammella con patologia oncologica e, dall’altro sostiene, da un punto di vista psicologico ed estetico le pazienti. La Breast Unit dell’Ospedale San Paolo è la prima struttura sanitaria pubblica in Puglia a mettere a disposizione delle donne questa metodica con personale specializzato, grazie alla donazione di un dermografo a cura della associazione no profit Energia Donna.

Sempre oggi, 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della donna, alle ore 11, si terrà l’inaugurazione dell’Ambulatorio presso l’Ospedale San Paolo (settimo piano). Intervengono: Antonio Sanguedolce, direttore generale della ASL Bari, Luigi Rossi, direttore sanitario, Corrado Minervini, responsabile della Unità operativa semplice a valenza dipartimentale Chirurgia Plastica dell’Ospedale San Paolo, Mariagrazia Ramirez, presidente Emergia Donna Onlus ODV.

ASL BAT

FESTA DELLA DONNA 2023, NUMEROSE LE INIZIATIVE DELL’ASL BT:VISITE GRATUITE E FOCUS SULLA MENOPAUSA

In occasione della Festa della donna sono tante le iniziative curate dall’Asl Bt attraverso unità operative e distretti socio-sanitari presenti sul territorio.

L’U.O.C di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Bonomo di Andria, diretta dal dott. Beniamino Casalino, organizza un “Open Day Ginecologico” sabato 11 marzo dalle ore 9 alle ore 13. Tale iniziativa, denominata “Insieme con te, donna”, si inserisce all’interno di “Tutti per la cura di tutti”, progetto avviato dal locale Circolo della Sanità in collaborazione con Asl Bt, Comune di Andria, CISA (Comunità Istituzioni Scolastiche Andriesi), Ufficio pastorale della Salute – Diocesi di Andria e Consultorio Diocesano.

L’open day avrà luogo presso: l’Unità Complessa di Ginecologia e Ostetricia del Presidio Ospedaliero “L. Bonomo” di Andria al IV Piano per ecografie pelviche specialistiche; il Consultorio Diocesano “Voglio Vivere” in via Bottego n.9 ad per consulenze ostetriche, psichiatriche, psicologiche, ginecologiche, nutrizionali, di terapia del dolore, legali, colloqui sociali; l’Ambulatorio solidale “Noi con voi” in via Pellegrino Rossi n.46 per consulenze ginecologiche, cardiologiche con ECG, gastroenterologiche con ecografia internistica, pneumologiche con spirometria, internistiche; la Biblioteca Diocesana “San Tommaso D’Aquino” in Largo Seminario n.8 per letture tematiche e doni a neomamme realizzati con le placente al momento del parto: occasione preziosa in cui un medico specialista ricorderà l’importanza della donazione del sangue cordonale come atto di generosità ed ulteriore supporto alla vita.  Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere all’Ambulatorio Solidale “Noi Con Voi” ubicato in via Pellegrino Rossi n.46, tel. 0883.551952.

Inoltre a Trani, sabato 11 marzo, presso l’Unità Operativa di Radiologia del PTA di Trani – in collaborazione con l’associazione “Il raggio verde” nella cui sede in via E. Fusco n.57 sarà possibile effettuare le prenotazioni venerdì 10 marzo dalle ore 15 alle ore 17 – è prevista la quinta edizione de “Una giornata per la donna” per continuare a sostenere e promuovere progetti nella lotta al tumore al seno. Per l’occasione sono in programma gratuitamente visite senologiche ed ecografie mammarie per le donne dai 20 ai 40 anni, densitometrie ossee per l’osteoporosi ed ecografie alla tiroide.

Il Distretto Socio Sanitario 4 di Barletta, invece, in occasione della giornata internazionale della donna, evidenzia l’accoglienza diretta e gratuita ai bisogni di salute della donna presso i propri Consultori Familiari. Il focus in occasione di questa ricorrenza è diretto sulla menopausa che rappresenta una tappa nella vita di una donna importante ed un tempo fortemente temuta.

È invece possibile viverla serenamente utilizzando lo strumento più importante: la conoscenza. Conoscere gli aspetti fisiologici e psicologici di questo cambiamento consente di vivere la menopausa in modo assolutamente positivo.

Al Consultorio Familiare l’equipe composta da psicologa, ginecologa, assistente sociale e ostetrica offrono una corretta informazione. L’informazione e la conoscenza abbassano il livello dell’ansia.

Ascolto, confronto e terapie sostitutive rappresentano l’intervento di prevenzione fondamentale per contenere le ricadute negative in ambito personale, familiare e sociale.

La menopausa, infatti, non è una malattia ma un momento fisiologico della vita della donna, che coincide con il termine della sua fertilità. Tuttavia, in questo periodo della vita alcune donne accusano dei disturbi per i quali esistono cure e rimedi utili a garantire loro comunque una buona qualità di vita.

ASL FOGGIA

La ASL Foggia dedica l’8 marzo 2023 agli screening oncologici femminili.

Diverse le iniziative organizzate sul territorio, con il supporto del Centro Screening, per la prevenzione dei tumori della mammella e della cervice uterina.

Screening mammografico

Gli operatori della ASL Foggia effettueranno mammografie di screening alle donne di età compresa tra 50 e 69 anni che si prenoteranno attraverso il QR Code oppure chiamando il numero 0882.200588 (dalle ore 9.00 alle ore 13.00).

Gli screening saranno effettuati nei seguenti Centri di Senologia:

• Del Poliambulatorio di Foggia (sito in Piazza della Libertà), dalle ore 08.00 alle ore 20.00;

• Del Presidio Ospedaliero di San Severo (via Teresa masselli Mascia) dalle ore 14.00 alle ore 20.00;

• Territoriale di Manfredonia (sito nel Presidio Ospedaliero “San Camillo De Lellis” in via Isonzo, 1) dalle ore 14.00 alle ore 20.00;

• Territoriale di Vico del Gargano (sito nel Poliambulatorio di via di Vagno, 1) dalle ore 14.00 alle ore 20.00;

• Del Presidio Ospedaliero di Cerignola (via Trinitapoli) dalle ore 14.00 alle ore 20.00.

Screening della Cervice Uterina

In tutti i consultori familiari, dalle ore 9,00 alle ore 13,00, gli operatori saranno a disposizione per informare le utenti sugli screening oncologici e sulla campagna vaccinale anti HPV.

Inoltre, le donne di età compresa tra 25 e 64 anni che si prenoteranno attraverso il QR Code oppure chiamando il numero 0882.200588 (dalle ore 9.00 alle ore 13.00), potranno effettuare lo screening della cervice uterina nei Consultori di:

• Cerignola (via XX Settembre, n. 1), dalle ore 9.00 alle ore 13.00;

• Casalvecchio di Puglia ((via Arberia, n. 5), dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.30;

• Orta Nova (Corso Umberto I, n. 5) dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

POLICLINICO BARI

Un videocorso per il benessere delle donne dopo il tumore al seno

Iniziativa della Breast care unit del Policlinico di Bari in collaborazione con l’oncologia medica, la medicina fisica e della riabilitazione e con quella di medicina dello sport, presentata per l’8 marzo.

Venti esercizi da ripetere quotidianamente per reagire al meglio alle terapie e recuperare la funzionalità dopo un intervento di mastectomia. La Breast Care Unit del Policlinico di Bari ha realizzato un video corso, disponibile sul canale Youtube dell’azienda, in cui è illustrato un piccolo programma di allenamento per migliorare la qualità di vita delle pazienti. La presentazione in vista della giornata dell’8 marzo, dedicata alla donna.

“Il nostro obiettivo è la presa in carico del paziente oncologico a 360 gradi, quindi non offriamo soltanto le migliori opportunità terapeutiche ma anche un ambulatorio di cure simultanee che pone attenzione alla gestione della terapia del dolore, agli aspetti nutrizionali e al benessere delle donne colpite da tumore alla mammella”, spiega la dottoressa Stefania Stucci, responsabile ambulatorio breast care unit dell’unità operativa di Oncologia medica, diretta dal prof. Camillo Porta.

Il video corso prevede un allenamento guidato dalla fisioterapista dottoressa Ada Magno e dal referente medicina dello sport dell’unità operativa di Medicina Fisica e della Riabilitazione, dott. Paolo Amico. Si parte con esercizi di respirazione, a seguire movimenti di ginnastica posturale con braccia e gambe al fine di evitare posture viziate, prevenire blocchi articolari, favorire la corretta circolazione sanguigna linfatica, poi esercizi di mobilità articolare. Una progressione graduale propedeutica ad attività più impegnativa di tipo aerobico, come una lunga passeggiata, cyclette o step. Sono presentati una serie  di movimenti  che possono essere eseguiti facilmente durante la giornata, da soli o in compagnia di un partner.

“Le terapie ormonali possono causare una serie di effetti collaterali, per esempio aumento dei livelli di colesterolo e dolori articolari, talvolta limitanti delle attività quotidiane. A essere più colpite sono le piccole articolazioni mani, polsi, piedi, caviglie e le ginocchia spesso in modo simmetrico. In collaborazione con i colleghi fisiatri, poniamo attenzione attraverso il corso all’attività fisica quotidiana a basso impatto, che riduce notevolmente gli effetti collaterali legati al trattamento”, aggiunge la dottoressa Teresa Grassi, responsabile cure oncologiche simultanee dell’Oncologia medica.

“Un altro effetto abbastanza comune è l’aumentato rischio di osteoporosi con la terapia ormonale, che è associata infatti a una riduzione della mineralizzazione ossea. Per contrastare la degradazione ossea può essere utile, oltre che l’assunzione di calcio e vitamina B, l’esercizio fisico che, sollecitando le ossa, ne contrasta la degradazione”, aggiunge la dottoressa Patrizia Dicillo, responsabile ambulatorio riabilitazione breast care unit, dell’unità operativa di Medicina Fisica e della Riabilitazione, diretta dalla prof. Marisa Megna. 

“Lo sport è importante non solo perché migliora la capacità fisica, la resistenza psicofisica, il tono calcico delle ossa ma ha anche benefici psichici, attraverso la componente di divertimento e di interazione sociale va a incidere direttamente sulla qualità di vita delle nostre pazienti ma anche di ciascuno di noi”, conclude il dottor Paolo Amico.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari