sabato, 3 Dicembre 2022
HomeNewsAltamura, botta e risposta tra Petronelli e Iurino

Altamura, botta e risposta tra Petronelli e Iurino

Il vice presidente del consiglio si difende

In qualità di presidente avevo il dovere di aprire la seduta di consiglio perché c’erano più di otto consiglieri in aula”. È una risposta secca quella di Massimo Iurino dopo le dichiarazioni di Raffaella Petronelli secondo cui Iurino “avrebbe forzato la mano aprendo un consiglio privo di dichiarazioni necessarie”. 

“Le dichiarazioni del presidente possono anche riguardare la necessità di allacciarsi le scarpe. Se ci sono comunicazioni che arrivano in aula, io ho il dovere di comunicarle”. 

Iurino, inoltre, non perde occasione per rispondere alle opposizioni che si sono dette disponibili a scrivere una loro mozione di sfiducia nei confronti dell’attuale governo cittadino da firmare tutti insieme per mettere fine a questa fase di stasi. Ipotesi bocciata da Iurino e Abc poiché ” Non si può bocciare tutta l’azione di governo. Non è corretto – aggiunge Iurino – affermare che in quattro anni non si è fatto nulla. Basti pensare solo a tutti i fondi del Pnrr che questa amministrazione è riuscita ad intercettare. Firmare la sfiducia delle opposizioni significherebbe dire che siamo stati degli incapaci e questo decisamente non corrisponde al vero” conclude Iurino che da ultimo chiede “Perché le opposizioni non hanno detto chiaramente cosa pensano della delibera 140? Dobbiamo pensare che siano d’accordo?” 

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari