domenica, 19 Maggio 2024
HomeNewsCalcio, Gravina sei salvo!

Calcio, Gravina sei salvo!

Nel play out di Serie D, mantenuta la categoria con un netto 3-1 sul Molfetta

Spavento, rimonta e vittoria. La Fbc Gravina vince 3-1 al “Vicino” e conquista la salvezza nel play out di Serie D nel segno di Kharmoud, Lauria e Prado. Per gli ospiti Longo apre la gara, ma non basta ad evitare la retrocessione.

Bastavano due risultati su tre al Gravina per salvarsi, con la sola sconfitta come unico risultato da evitare, mentre erano 120 i minuti a disposizione per il Molfetta per mantenere la categoria.

Gara subito in salita per il Gravina che al 13’ va sotto. Dalla sinistra calcio di punizione per i biancorossi che con Longo, mancino naturale, trovano la traiettoria perfetta per disegnare la parabola che finisce alle spalle del portiere del Gravina Mascolo. Gol magico e 0-1 del Molfetta che fa tremare il “Vicino”.

Si vede però subito la reazione del Gravina con la squadra subito pronta a rimettere in gioco il pallone si rende pericoloso con la conclusione da destra di Kharmoud che scalda il suo piede destro calciando a giro sul secondo palo, ma trova anche l’attenta risposta di Crispino.

A fine primo tempo, Rubino, vice di Catalano assente ancora per squalifica, è costretto al cambio dall’infortunio di Quaranta. Al suo posto in campo Parisi.

Nel finale di primo tempo doppia occasione per i gialloblù in netto dominio della gara. Prima Zappacosta conclude a lato al termine di una progressione lunga 30 metri e partita da metà campo; poi finisce alta la conclusione di Coppola in zona dischetto dopo la bella sponda di testa di Kharmoud che gli aveva permesso di liberare il mancino.

Nel secondo tempo il Gravina è più cinico e spietato e sin da subito rimette sui giusti binari la gara.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Al 7’ infatti Pontillo va sul fondo e cerca rasoterra Lauria che però non riesce a concludere sull’ottimo intervento del capitano del Molfetta Vivacqua che però non si libera della sfera al limite dell’area e la perde sul pressing di Kharmoud che recuperata palla calcia sul secondo palo battendo questa volta Crispino e pareggiando l’incontro.

Passano altri sette minuti e il Gravina trova anche il vantaggio. Ancora dalla destra pericoloso Pontillo che con un cross rasoterra serve dentro l’area di rigore ancora Lauria, questa volta la conclusione di prima intenzione del centrocampista con la numero 5 arriva indisturbata e finisce alle spalle di Crispino per il 2-1 che ribalta la gara.

Nel tentativo di tornare in partita, si infrangono le speranze del Molfetta che nonostante i cambi non riesce a scalfire un buon Gravina che all’87’ passa ancora.

Bello lo spunto da destra di Prado che prende palla e si accentra portandola sul suo sinistro. L’attaccante numero 14 del Gravina non conclude in un primo tempo subito dopo aver saltato due avversari, ma porta palla fino ad arrivare al centro del campo quando con il sinistro centra l’angolino in basso alla destra della porta difesa da Crispino e fa 3-1.

Nel finale Molfetta che perde le staffe nel segno di Coratella che dopo un brutto intervento su Lauria, reagisce violentemente colpendo con il pallone il giocatore del Gravina a terra. Da qui una rissa porta all’inevitabile rosso al giocatore degli ospiti che poi in pieno recupero rischiano anche di subire la quarta rete giornaliera, ma il destro a giro di Kharmoud questa volta è impreciso e termina largo di poco.

Si chiude dunque 3-1 il match che porta la salvezza al Gravina con i gialloblù che terminano con un degno lieto fine una stagione iniziata in salita e terminata in netta crescita dal momento dell’ingrasso in panchina di Catalano vero artefice del cambio di rotta dei padroni di casa spinti anche dal grande entusiasmo del pubblico onnipresente al “Vicino” per la propria squadra.

Per il Molfetta una sconfitta che costa la categoria e chissà, ma nel tentativo di tornare in D già dal prossimo anno la situazione del club biancorosso deve certamente cambiare rispetto alla stagione con pochi alti e molti bassi che l’ha vista scendere in campo.

Ora tanta estate, mercato e tempo di qualche cambiamento per le due squadre, in attesa dell’inizio della nuova stagione da cui ripartire, tutti alla pari con 0 punti in classifica.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari