martedì, 29 Novembre 2022
HomeNewsDalla Regione Puglia, 10.500 euro per Gravina

Dalla Regione Puglia, 10.500 euro per Gravina

Finanziamenti per il contrasto al digital divide

La Sezione Inclusione sociale attiva del Dipartimento al Welfare della Regione Puglia intende promuovere la diffusione della cultura digitale in condizioni di parità tra i cittadini, rimuovendo gli ostacoli di ordine economico e sociale che di fatto limitano la conoscenza e determinano una discriminazione sul piano sociale, economico e culturale, in particolare attraverso l’erogazione di contributi economici per concorrere al pagamento del canone di abbonamento per la rete internet, nonché per l’acquisto dei dispositivi di primo accesso o per attività di formazione e informazione sulle competenze digitali di base.

Per arrivare a questo obiettivo, ha previsto risorse pari 1,6 milioni di euro per 3 anni.

All’esito dell’avviso per manifestazione di interesse pubblicato dagli uffici regionali, rivolto ai comuni interessati ad accedere a queste risorse, il Comune di Gravina è risultato beneficiario di fondi pari ad 10.500 € per supportare famiglie meno abbienti.

Gli uffici comunali nei giorni scorsi hanno pubblicato un avviso per riconoscere un contributo fino a € 500 alle famiglie in possesso dei requisiti previsti da bando.

All’esito delle domande, sarà predisposto un elenco di domande ammissibili secondo un ordine di graduatoria che tenga conto in prima battuta, del valore Isee del nucleo familiare (con preferenza per i valori più bassi) e, in seconda battuta, in caso di parità di valore Isee, del numero di figli minori presenti nel nucleo familiare.

Dichiarazione del sindaco di Gravina Dott. Fedele Lagreca

La tua pubblicità qui

La domanda di adesione a questo finanziamento è stata uno dei miei primi atti che ho firmato da Sindaco di Gravina.

Abbiamo voluto partecipare a questo avviso regionale e siamo contenti del finanziamento ricevuto che ci consentirà di sostenere alcune famiglie meno abbienti della città con particolare attenzione verso i minori.

Con questo contributo si potrà pagare l’abbonamento alla linea internet, acquistare un dispositivo oppure ancora formare il minore alle conoscenze digitali di base.

Questa misura è in linea con le politiche che l’Amministrazione Comunale sta adottando in questi primi mesi di attività.

Grazie a questi fondi potremmo continuare la strada intrapresa con l’obiettivo di far sì che tutti abbiano la possibilità di cogliere le opportunità offerte dalla rete.

Dichiarazione dell’assessore alle Politiche Sociali Vincenzo Varrese

Lo sviluppo armonioso del territorio passa necessariamente per l’abbattimento del digital divide.

La legge regionale n. 32 del 6 agosto 2021 che prevede, appunto, l’erogazione di sostegni economici per dotare i cittadini di dispositivi di primo accesso, sostenerli nell’attivazione e nel pagamento dell’abbonamento a internet, ma anche per favorire la formazione e l’acquisizione di competenze in ambito digitale, ci ha consentito di ottenere questo contributo in favore dei cittadini meno abbienti va nella direzione giusta e ci auguriamo che possa essere finanziata in futuro anche con fondi maggiori.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari