domenica, 2 Ottobre 2022
HomeNewsDeposito nazionale per le scorie nucleari: a dicembre 2023 l'individuazione del sito

Deposito nazionale per le scorie nucleari: a dicembre 2023 l’individuazione del sito

Il Ministro Cingolani rende nota la tabella di marcia: a breve saranno ammesse le autocandidature

Entro dicembre 2023 sarà individuato in via definitiva il sito dove realizzare il Deposito nazionale per i rifiuti radioattivi.

La notizia è arrivata per bocca del ministro alla Transizione ecologica Roberto Cingolani durante il question time alla Camera in merito proprio all’individuazione del Deposito nazionale per le scorie radioattive.

“Secondo il cronoprogramma attuale, è stata valutata come percorribile l’ipotesi di entrata in esercizio del deposito nucleare nel 2029 con individuazione del sito nel mese di dicembre 2023. Questo in base ai tempi dettati dalla norma”.

“La Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (Cnapi) propone una distribuzione su 57 aree ubicate in 6 regioni, e segnatamente 6 in Piemonte, 22 nel Lazio, 1 in Puglia, 4 al confine fra Puglia e Basilicata, 12 in Basilicata, 2 in Sicilia e 10 in Sardegna. Per essere in linea con le direttive europee per l’individuazione delle aree idonee a ospitare il deposito nazionale per i rifiuti radioattivi, verranno a breve pubblicate le candidature e saranno ammesse le autocandidature”, ha aggiunto il ministro Cingolani.

“Su questa cosa – ha continuato Cingolani – ho spinto fortemente perché il deposito nucleare ci deve mettere in regola anche con il resto dell’Europa, quindi è diventato una necessità cogente”.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari