domenica, 27 Novembre 2022
HomeNewsGianni Stea non è più assessore regionale

Gianni Stea non è più assessore regionale

Per Emiliano non basta l'autosospensione, il governatore revoca l'incarico

Revocato l’incarico di assessore regionale a Gianni Stea. La decisone è stata assunta dal governatore Michele Emiliano che con apposito decreto ha revocato l’incarico a Stea mantenendo per se le deleghe al personale, organizzazione, contenzioso amministrativo.

Dopo l’ordinanza con cui la settimana scorsa il Tribunale di Bari ha sancito la decadenza di Stea da consigliere regionale (per via di un debito con la Regione non pagato nei termini di legge), il legale dell’assessore ha informato Emiliano che Stea «si asterrà dalle attività materiali fino alla materiale proposizione» del ricorso.

Nei giorni scorsi lo stesso Gianni Stea aveva scritto sulla  sua pagina social: “Nel ribadire che nei tempi tecnici – entro dieci giorni – verrà proposto Appello rispetto alla presunta incompatibilità con la carica di consigliere regionale, rendo noto che per totale correttezza personale e rispetto nei confronti dei Cittadini, del Presidente Michele Emiliano e dell’intera Giunta della Regione Puglia,  mi asterrò dalle attività istituzionali fino alla materiale proposizione dell’Appello avverso l’ordinanza del Tribunale di Bari. Così come previsto dalla norma infatti, pur se ai sensi dell’art.54 della legge 18 giugno 2009 n.69, “l’efficacia esecutiva dell’ordinanza pronunciata dal Tribunale è sospesa in pendenza di Appello – afferma Stea – ritengo doveroso questo mio gesto ispirato da una storia personale di sensibilità e senso del dovere nei confronti delle istituzione e della comunità intera”.

Una decisione che tuttavia non ha tranquillizzato il presidente Emiliano deciso a tutelare l’intera giunta evitando che dal giorno della pubblicazione dell’ordinanza la composizione della giunta possa essere illegittima poichè l’autosospensione invocata dall’assessore non è prevista dalla norma.

Questo spiega la revoca, che potrebbe essere solo momentanea,  della delega al Personale. Stea però resta consigliere regionale (per la decadenza serve una presa d’atto dello stesso Consiglio) ma è non più assessore. Potrebbe ritornare in giunta dopo il deposito dell’appello.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari