sabato, 3 Dicembre 2022
HomeNewsGravina, code al cup interviene l'amministrazione

Gravina, code al cup interviene l’amministrazione

L'assessore Varrese scrive ai vertici Asl

Venerdì 21 ottobre, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Gravina in Puglia Vincenzo Varrese, ha inviato una nota ai Dott.ri Antonio Sanguedolce e Luigi Fruscio, rispettivamente Direttore Generale e Direttore Amministrativo dell’Asl Bari perlamentare i disservizi che quotidianamente si registrano al Cup (Centro Unico di Prenotazione) collocato presso l’ex ospedale di Via San Domenico, nella erogazione di servizi che rappresentano un valore irrinunciabile per la nostra Città, evidenziando l’estrema gravità della situazione.

Poiché numerosi cittadini hanno rappresentato all’Amministrazione Comunale disservizi e ritardi, evidentemente attribuibili all’elevato carico di lavoro del personale ed all’organico insufficiente, egli ha provveduto a contattare i vertici Asl di Bari.

Nella missiva, l’Assessore Varrese ha rammentato che la funzionalità della struttura è garantita da pochi operatori che vi lavorano con grande professionalità e spirito di abnegazione, ma questo non basta a superare una “situazione caotica” che si è venuta a creare al CUP già dalla scorsa estate quando in tanti hanno segnalato l’assenza di posti a sedere e la presenza di display per la disciplina delle file spenti o non funzionanti.

L’Amministrazione Comunale, oltre a ricevere segnalazioni da cittadine e cittadini, ha potuto verificare la situazione.

La nota si chiude con l’invito ai vertici Asl ad un maggiore rispetto per i cittadini gravinesi.

Dichiarazione dell’Assessore alle Politiche Sociali Vincenzo Varrese

I disservizi che si registrato da luglio presso il CUP di Gravinadevono essere affrontati e risolti con celerità.

La tua pubblicità qui

Il CUP, tra l’altro, costituisce un ufficio molto frequentato dalla popolazione in quanto elemento di accesso alle prestazioni socio-sanitarie.

La sua importanza è fondamentale per l’intero sistema sanitario.

Per queste ragioni ho chiesto alla Direzione Generale e a quella Amministrativa un interessamento, affinché si torni quanto prima alla normalità.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari