lunedì, 22 Aprile 2024
HomeNewsGravina, crollo Madonna della Stella: il comune chiama la Regione

Gravina, crollo Madonna della Stella: il comune chiama la Regione

Nota diretta alla Regione Puglia per chiedere l'impegno a reperire un finanziamento per la messa in sicurezza all'area esterna alla Chiesa

Nei giorni scorsi,  dalla Casa Comunale, è partita una nota diretta alla Regione Puglia per chiedere un impegno a reperire, con massima sollecitazione ed in somma urgenza, un finanziamento dal bilancio regionale per l’esecuzione d’urgenza di interventi di rafforzamento e di messa in sicurezza dell’area esterna alla Chiesa rupestre Madonna della Stella a seguito del crollo verificatosi il 2 maggio scorso.

Il crollo, causato da un fenomeno di dissesto idrogeologico che interessa il costone della gravina, è stato aggravato dalle abbondanti piogge che, nei giorni scorsi, si sono abbattute sul territorio comunale, che ne hanno accelerato il processo.

L’area interessata dal crollo è in parte di proprietà del Comune e in parte della Diocesi e riguarda un sito strategico per la Città, di altissimo interesse turistico, in quanto rappresenta uno dei principali monumenti di riferimento dell’architettura rupestre e la sua interdizione al pubblico comporta ricadute negative per la fruizione dei luoghi.

Alla nota è stata allegata una corposa documentazione tecnica.

Dichiarazione del Sindaco di Gravina Dr. Fedele Lagreca

Mettere in sicurezza il patrimonio turistico, ambientale e paesaggistico di questa comunità è una nostra priorità.

Anche per il recupero, la valorizzazione e la fruizione dell’intero complesso rupestre Madonna della Stella, metteremo in campo la stessa determinazione con la quale, nelle settimane precedenti, abbiamo messo in sicurezza il costone e la parete sovrastante il complesso di San Michele delle Grotteme, mediante un contributo regionale di 150 mila euro.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Dichiarazione del Consigliere Comunale Ignazio Lovero

Abbiamo inviato alla Regione Puglia una richiesta di finanziamento per interventi urgenti atti a mettere in sicurezza il sito e recuperare l’area esterna della chiesa rupestre della Madonna della Stella.

Gli uffici comunali, che ringrazio, hanno fatto un grande lavoro nel redigere in tempi brevissimi la documentazione tecnica utile a tale cospicua richiesta economica.

Per salvaguardare l’incolumità pubblica abbiamo dovuto rendere inaccessibile il sito, nella speranza che le nostre istanze trovino accoglimento, rendendo fruibile  uno dei siti rupestri più affascinanti del nostro patrimonio culturale.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari