domenica, 5 Febbraio 2023
HomeNewsGravina, le dichiarazioni del sindaco Lagreca dopo la tragedia del ponte

Gravina, le dichiarazioni del sindaco Lagreca dopo la tragedia del ponte

Il sindaco annuncia iniziative

“Il problema c’è e intendiamo risolverlo”.

Queste le parole del primo cittadino di Gravina, Fedele Lagreca a poche ore dall’ennesima tragedia avvenuta ai piedi del ponte acquedotto.

Al termine di una riunione con i dirigenti comunali e con il comandante della Polizia Locale, Lagreca assicura che saranno adottate importanti iniziative per evitare ulteriori incidenti: “Nei prossimi mesi – annuncia il primo cittadino di Gravina –  il ponte sarà oggetto di ristrutturazione, con la  realizzazione di un ponteggio che lo avvolgerà completamente. Quando i lavori saranno ultimati convocheremo un tavolo tecnico con Prefettura, Polizia Locale, Carabinieri e Polizia di Stato per individuare forme di intervento idonee a salvaguardare l’unicità e la bellezza del nostro patrimonio e contestualmente a debellare questa piaga che sta affliggendo uno dei monumenti più importanti della nostra città”.

L’ennesima tragedia è stata scoperta domenica mattina quando il corpo di una donna di circa 81 anni è stato rinvenuto senza vita sul letto del  torrente Gravina. La donna si era allontanata volontariamente da casa nelle prime ore del pomeriggio di sabato. Dopo la denuncia dei familiari erano scattate le ricerche ad opera dei carabinieri e dei tecnici del Soccorso alpino e speleologico (Cnsas) a cui si deve il ritrovamento.

“Per recuperare la salma – si legge in un comunicato del Soccorso alpino e speleologico della Puglia – è stato necessario l’intervento di una squadra di tecnici di soccorso in forza del Soccorso Alpino e Speleologico pugliese, in seguito all’attivazione del Piano provinciale di ricerca delle persone scomparse da parte della Prefettura di Bari. Altri tecnici del Cnsas hanno poi provveduto ad accompagnare il medico legale ed alcuni suoi assistenti sul luogo del ritrovamento. I tecnici del Cnsas hanno collaborato con i vigili del fuoco, presenti sul posto con un elicottero, al recupero e all’imbarellamento della salma. Il Cnsas Puglia porge le sue più sentite condoglianze alla famiglia”.

Le indagini sono affidate ai carabinieri di Gravina ma con ogni probabilità si tratta dell’ennesimo suicidio.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari