giovedì, 23 Maggio 2024
HomeNewsGravina, nuovo libro sul dialetto del professor Franco Laiso

Gravina, nuovo libro sul dialetto del professor Franco Laiso

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza per i bambini dell’Emilia-Romagna

Lo scorso sabato 20 maggio il Prof. Franco Laiso ha presentato il nuovo libro “Lessico minimo del dialetto gravinese”, in un appuntamento tenutosi nella sala convegni della “Fondazione Ettore Pomarici Santomasi” a Gravina in Puglia. Hanno partecipato all’incontro il Presidente della Fondazione prof. Avv. Cocco Cornacchia, la prof.ssa Antonella Sarpi, il sindaco Fedele Lagreca e il dott. Gino Larocca; presentanti dal giornalista Pinuccio Massari.

“Il libro non è un vero e proprio dizionario del lessico delle parole gravinese”, ci ha raccontato telefonicamente Laiso, “ma la spiegazione delle più antiche parole usate a Gravina e che si sono perse nel tempo”.

Come da titolo dell’evento, la ricerca etimologica e gli spunti socio-antropologici sono al centro della ricerca dei termini di cui si parla nel libro, attraverso uno studio della morfologia dei termini, alla ricerca di quelle che sono le derivazioni degli stessi, le loro origini, per preservarle nel tempo.

“Quello del libro è stato un modo di preservare la cultura lessicale del dialetto gravinese ed alcune sue parole in oramai in disuso, come è stato fatto già negli scorsi mesi con altri dialetti della cultura italiana, per quello fiorentino e quello senese ad esempio”, riporta il prof. Laiso, “in un lavoro che ha avuto una sua prima pubblicazione nel 2017, quando le prime 100 pagine del seguente libro ebbero un’anteprima”.

La seconda parte del libro riprende il verso della prima pubblicazione, sempre nell’intento di ricordare e preservare quel lessico della Gravina che fu, per poi terminare con una terza parte del libro basata sui concetti, sui proverbi, sui detti e le usanze della parte contadina di Gravina che è quella direttamente interessata nell’uso.

L’evento, di un inatteso successo, ha permesso anche la vendita di alcune copie i cui ricavi saranno devoluti in beneficenza all’associazione “Save the Children” per i bambini dell’Emilia-Romagna a seguito dell’emergenza climatica che ha colpito negli ultimi giorni il territorio.

“Questo atto è un segno di riconoscenza”, commenta Laiso, “per restituire al popolo emiliano il favore che qualche decennio fa, al termine della seconda guerra mondiale, era stato fatto verso i bambini che dal sud Italia, Puglia e Basilicata compresa, cercavano fortuna ospitati in quelle stesse terre ora colpite. Per restituire un favore a persone che meritano adesso tutto il supporto, morale, economico, fisico possibile per tornare a rialzarsi”.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

*foto da locandina

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari