venerdì, 21 Giugno 2024
HomeNewsGravina, ordinanza per la prevenzione incendi

Gravina, ordinanza per la prevenzione incendi

Serie di regole da seguire per prevenire episodi incendiari

Recependo il contenuto del Decreto del Presidente della Regione Puglia sullo stato di grave pericolosità per gli incendi per il periodo intercorrente tra il 15 giugno e il 15 settembre 2023 (salvo proroga) con riferimento alle aree boscate, cespugliate, arborate, coltivate, incolte e a pascolo del territorio comunale, il Sindaco Fedele Lagreca, con propria Ordinanza Sindacale (la n. 12 del 12 giugno 2023) ha dettato una serie di regole da seguire per prevenire episodi incendiari.  

Al fine di salvaguardare l’incolumità pubblica e privata ed evitare il verificarsi di danni agli ecosistemi agricoli e forestali, al patrimonio pubblico e privato e per evitare procurati allarmi, dal 15 giugno è vietato:

  • accendere fuochi di ogni genere;
  • far brillare mine o usare esplosivi;
  • usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli;
  • usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati e non in contrasto con le PPMPF ed altre norme vigenti), fornelli o inceneritori che producano faville o brace;
  • tenere in esercizio fornaci, forni a legna, discariche pubbliche e private incontrollate;
  • fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato di incendio;
  • esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta, meglio note come lanterne volanti dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici;
  • transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate;
  • transitare con mezzi motorizzati fuori dalle strade statali, provinciali, comunali, private e vicinali, gravate dai servizi di pubblico passaggio, fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti vigenti;
  • abbandonare rifiuti nei boschi e in discariche abusive.

Introdotto anche l’obbligo di provvedere alla pulizia delle banchine, cunette e scarpate, aree scoperte di propria pertinenza, ivi compresa la fascia e gli spazi destinati agli arretramenti dal filo stradale e le eventuali fasce di rispetto, mediante la rimozione di erba secca, residui vegetali, rovi, sterpaglie, necromassa, rifiuti ed ogni altro materiale infiammabile, al fine di evitare che eventuali incendi, propagandosi alle aree circostanti o confinanti, abbiano suscettività ad espandersi alle strutture e infrastrutture industriali determinando incendi di interfaccia

I proprietari, conduttori e/o gestori a qualsiasi titolo di fondi rustici, terreni e aree di qualsiasi natura e loro pertinenze dovranno eseguire opere di sicurezza e realizzare fasce protettive entro il 15 giugno 2023.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari