giovedì, 2 Febbraio 2023
HomeNewsPuglia, nuova emergenza rifiuti? Il commissario Grandaliano scrive alla giunta regionale

Puglia, nuova emergenza rifiuti? Il commissario Grandaliano scrive alla giunta regionale

Sospeso il conferimento nell'impianto di Conversano, la Regione chiamata a trovare una nuova soluzione

Ancora problemi per la raccolta dei rifiuti. Nella giornata di oggi sarà sospesa la raccolta della frazione indifferenziata nei comuni di Gravina, Altamura e in tutte le città che confluiscono i propri rifiuti nell’impianto di Conversano. A monte del disservizio le “gravissime criticità” relative all’impianto di trattamento biologico del Comune di Conversano che al momento non riceve più la frazione indifferenziata perché le discariche di conferimento del così detto “stabilizzato” hanno bloccato gli ultimi carichi perché risultati non conformi alle analisi di laboratorio. Uno stop che non è piaciuto alla società Progetto Gestione Bacino Bari Cinque srl, gestore dell’impianto di Conversano, decisa a contestare la decisione.

In vero, ricorda il commissario Grandaliano, “ l’art.8 del contratto di concessione, nel qualificare la gestione dell’impianto come servizio pubblico essenziale che per nessuna ragione potrà̀ essere sospesa o abbandonata ,prescrive che “in caso di forza maggiore o circostanze speciali o a cause non imputabili al soggetto gestore che impediscano in via temporanea il trattamento dei rifiuti, il soggetto gestore è tenuto a comunicare ai Comuni ed ad ogni altro ente conferente le modalità̀ ed i luoghi alternativi di smaltimento”.

Di qui la decisione di interpellare l’ente regionale.

Il commissario dell’Ager, infatti, valutata  “l’impossibilità assoluta nel procedere in via ordinaria” ha inviato una nota alla giunta regionale per chiede  un intervento straordinario della Regione al fine di superare le “gravissime criticità innanzi rappresentate finalizzate a scongiurare il blocco dei conferimenti della frazione indifferenziata da parte del Comuni con conseguente sospensione dei servizi di raccolta sui territori con conseguenti gravissimi disservizi per i cittadini.

In attesa di nuove decisioni, l’unica certezza è la sospensione per la sola giornata di oggi della raccolta della frazione umida ma c’è il serio rischio che i disagi possano durare alcuni giorni.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari