sabato, 3 Dicembre 2022
HomeNewsTerremoto giudiziario in Basilicata, indagato il governatore Bardi e due assessori

Terremoto giudiziario in Basilicata, indagato il governatore Bardi e due assessori

Sotto la lente della Direzione antimafia lucana ci sono appalti e sanità

Si allarga l’inchiesta sulla sanità lucana. Secondo le ultime notizie sarebbe indagato anche il Governatore, Vito Bardi. “Si va avanti in un momento di crisi senza precedenti” ha dichiarato il presidente lucano all’ANSA.

“Sono come sempre disponibile a collaborare con gli inquirenti per chiarire ogni aspetto”, ha aggiunto Bardi il cui ufficio è in queste ore oggetto di perquisizione mentre al governatore sono stati sottratti pc e cellulare.

Nell’inchiesta, oltre al governatore Bardi, sono indagati anche gli assessori Francesco Fanelli (ex all’agricoltura, ora alla sanità) e Donatella Merra (infrastrutture), entrambi della Lega.

L’operazione ha portato in carcere il capogruppo di Forza Italia nel consiglio regionale lucano, Francesco Piro (candidato alle Politiche del 25 settembre scorso), mentre è agli arresti domiciliari il sindaco di Lagonegro (Potenza), Maria Di Lascio.
    Le altre misure cautelari riguardano l’assessore lucano all’agricolatura, Francesco Cupparo (Forza Italia), a cui è stato notificato l’obbligo di dimora. Provvedimento analogo per l’ex assessore alla sanità, Rocco Leone (attuale consigliere regionale di Fratelli d’Italia). Il divieto di dimora nel capoluogo lucano e la misura interdittiva all’esercizio di funzioni pubbliche è stato notificato a Giuseppe Spera, direttore generale dell’azienda ospedaliera di Potenza.

Dalle prime ore di questa mattina la vasta operazione di polizia giudiziaria condotta da Polizia di Stato e Carabinieri, coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Potenza, che vede coinvolti politici e amministratori della Regione Basilicata con arresti e perquisizioni.

Lo ha reso noto il Comando provinciale dei carabinieri di Potenza. L’indagine riguarderebbe in particolare il settore della sanità lucana con pesanti accuse di illeciti sia nei confronti di amministratori locali che di dirigenti sanitari. Dalle prime notizie circolate, sarebbero coinvolti nomi eccellenti della politica locale nella città di Potenza e in alcuni comuni della provincia, tra cui assessori e consiglieri regionali a cui sono stati notificati vari provvedimenti restrittivi.

In manette tra gli altri è finito il capogruppo di Forza Italia in Regione Basilicata, Francesco Piro.

La tua pubblicità qui

Un altro provvedimento cautelare disposto dal giudice su richiesta della stessa Dda potentina, è stato eseguito nella mattinata di venerdì 7 ottobre anche nei confronti di un altro esponente dello stesso partito, l’assessore regionale all’agricoltura Francesco Cupparo. In questo caso di tratta di un provvedimento meno grave dell’arresto: un divieto di dimora nel capoluogo.

Coinvolto anche l’ex assessore alla Sanità della Regione, Rocco Leone, attuale consigliere regionale di Fratelli d’Italia: anche per lui obbligo di dimora.

Coinvolti nell’inchiesta anche il direttore generale all’ospedale San Carlo di Potenza. Nel nosocomio potentino dalle prime ore di oggi infatti sono in corso perquisizioni e acquisizioni di documenti negli uffici dei dirigenti. Altre perquisizioni sono scattate negli uffici alla Regione Basilicata. In totale gli indagati dell’inchiesta sarebbero circa un centinaio mentre sono una decina le misure cautelari eseguite in mattinata.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari