domenica, 2 Ottobre 2022
HomeNewsTroppe infrazioni, a rischio chiusura la galleria Salsa sulla statale 96

Troppe infrazioni, a rischio chiusura la galleria Salsa sulla statale 96

La testimonianza di un operaio: "Rischiamo di essere travolti dalle auto mentre lavoriamo"

Limiti di velocità infranti e segnaletica strade scambiata per addobbi natalizi. Di mezzo operai che rischiano di essere travolti dalle auto e l’Anas che ha già minacciato di chiudere la galleria Salsa sulla statale 96, a ridosso del centro abitato di Gravina.

Solo un mese fa l’Anas, titolare degli interventi di ammodernamento della galleria a riaperto al traffico il tratto di strada che costeggia il centro abitato di Gravina in direzione Irsina, per mettere fine ai disservizi che duravano da diversi mesi. Una apertura “condizionata” poiché i lavori per la realizzazione dell’impianto antincendio e l’ammodernamento dei dispositivi di illuminazione, non sono terminati.

Da un mese, all’interno della galleria Salsa, il traffico avviene a senso alternato, regolamentato da 2 semafori posizionati ai 2 ingressi mentre all’interno due squadre di tecnici lavorano dal lunedì al venerdì solo mezza giornata. “Per la salvaguardia di ciascuno: automobilisti (conducenti e trasportati) e del personale che sta lavorando all’interno della galleria, si invita gli automobilisti al rispetto del Codice della Strada” recita l’avviso diffuso dal Comune di Gravina.

Un avviso puntualmente disatteso mentre si moltiplicano le segnalazioni da aprte degli operatori del cantiere che denunciano la maleducazione di automobilisti e motociclisti che puntualmente ignorano sia i limiti di velocità che il semaforo rosso ritrovandosi difronte i mezzi che viaggiano in senso opposto. 

“A quel punto l’unico modo per evitare un frontale è invadere la zona del cantiere rischiando ogni volta di investire gli operai” racconta uno degli operatori che da mesi lavora a Gravina. Della vicenda oltre all’impresa romana titolare dei lavori è stata informata l’Anas, il Comune di Gravina e le forze dell’ordine che tuttavia hanno difficoltà a presidiare l’area.  

“Qui rischiamo la vita tutti i giorni” sbotta un altro operaio. Da palazzo di città si moltiplicano gli inviti al rispetto del codice della strada mentre l’Anas ha già fatto sapere che è disposta a chiudere nuovamente la galleria per tutelare i lavoratori che stanno operando sul posto. “Dovrebbero ringraziarci gli automobilisti che passano di qui perché per limitare i disagi abbiamo deciso di allungare di altri cinque mesi il cantiere per riaprire la galleria. Ma di certo non continueremo a rischiare la vita per colpa di alcuni maleducati” concludono gli operatori della azienda.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari