domenica, 5 Febbraio 2023
HomeNewsAttualitàGravina, Loredana Savino canta in tv per Stefano Bollani

Gravina, Loredana Savino canta in tv per Stefano Bollani

Con il gruppo Faraualla partecipa al programma su Rai 3 "Via dei Matti n° 0"

Loredana Savino è un nome e un volto noto a Gravina, tra le voci più belle del nostro territorio. 

Comincia sin da bambina a suonare pianoforte e cantare brani della tradizione popolare gravinese. Nel 2001 fonda “U’ Munacidde”, gruppo di musica popolare, e si dedica allo studio della tradizione alto murgiana e gravinese. Qualche anno dopo parte la collaborazione con Francesco Sossio e la “Sossio Banda”. 

La sperimentazione vocale, la curiosità e la passione per il canto l’hanno spinta a completare gli studi accademici di canto lirico e poi barocco rinascimentale, non trascurando l’approfondimento di diversissime tecniche vocali (canto armonico, metal estremo, indiano, pop, ecc).

Lo studio della vocalità e le esperienze teatrali maturate le hanno permesso di dedicarsi alla creazione di performance e installazioni vocali (MED-ea, Maria Farrar, Threnos, Maria Maddalena, ecc). L’amore per la polifonia la spinge da anni ad esibirsi con diverse formazioni corali spaziando tra repertorio antico fino a quello contemporaneo. Importante, nel suo percorso artistico, è stata la collaborazione con Rocco Capri Chiumarulo e Paolo Mastronardi, con i quali da anni lavora ed è voce di diversi progetti discografici e live. 

Da qualche anno fa parte delle “Faraualla”, quartetto vocale in cui la voce è uno “strumento”. La Puglia, per secoli terra d’incontro e di passaggio di popoli, è presente nel “suono” che connota la formazione barese, negli strumenti che accompagnano l’esecuzione, nello stesso nome del gruppo. FARAUALLA è una delle cavità carsiche più profonde presenti sull’altopiano murgiano, a nord-ovest di Bari. 

Abbiamo raggiunto telefonicamente Loredana Savino dopo la partecipazione in tv (il 24 novembre scorso) con le Faraualla nel programma con Stefano Bollani, in onda su Rai 3, “Via dei Matti n° 0”.

Come è entrata a far parte delle Faraualla?

La tua pubblicità qui

L’incontro con le Faraualla è avvenuto molti anni fa, ero una loro fan. Il gruppo nasce nel 1995. Ho avuto l’onore di formarmi tecnicamente con Gabriella Schiavone, fondatrice e compositrice delle Faraualla e poi nel 2016, per una serie di fortunati eventi, sono entrata in questa formazione, godendo della collaborazione di cantanti straordinarie e professionali e vivendo esperienze artistiche importantissime. Nello stesso anno si è avviata una collaborazione con l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari. 

Come è nata la collaborazione con Stefano Bollani?

Siamo state contattate dalla Ballandi Arts, poi da Stefano Bollani. Via dei Matti n° 0 è un fiore all’occhiello della nostra Televisione. Un esempio di come si possa spiegare la musica ad un vasto pubblico in maniera ludica ed elegante. Noi lo seguiamo dalla prima puntata. Scoprire che Bollani conosceva il nostro gruppo e ricevere il suo invito ci ha rese onorate e felici. L’accoglienza del team è stata molto calorosa.  

Partecipereste a programmi più nazional popolari come Sanremo?

Quello dell’Ariston è senza dubbio un palcoscenico di notevole prestigio per un musicista, più consono forse a chi si occupa di Canzone e gravita il Pop o generi musicali che consentono alle case discografiche di stampare e vendere quei prodotti in grandi quantità.  

Siete un gruppo tutto femminile, da poco c’è stata la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. C’è un brano dedicato a questa tematica e quanto conta per voi la solidarietà tra donne?

Per noi ha molta importanza chiunque non abbia voce a questo mondo, specie se oppresso da violenze e ingiustizie. Non abbiamo in repertorio brani che parlino della violenza sulle donne, ma la nostra ricerca, partita dallo studio delle espressioni  vocali nelle varie culture, ci ha dato conferma del fatto che nel corso della Storia le maggiori depositarie delle Tradizioni sono state proprio le donne. 

E adesso Loredana cosa le riserva il futuro?

Nel 2022 è uscito il mio primo disco da solista “Disco Comunista” e nuovi progetti sono in cantiere!

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari