sabato, 3 Dicembre 2022
HomeEconomiaAgroalimentareIntervista ai Panificatori di Gravina

Intervista ai Panificatori di Gravina

Due forni rispondono all'aumento del prezzo del pane

Il prezzo del pane aumenta e scoppia la polemica.

Sessanta centesimi in più sul costo complessivo per un chilo di pane.

Ma gli aumenti non riguardano solo il nostro territorio. L’Eurostat ha lanciato l’allarme rincari: nel mese di agosto 2022 il prezzo del pane è salito del 18% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A farne le spese non sono solo i cittadini italiani, ma tutta l’Europa. 

Aumento del prezzo del pane, acquisti delle famiglie dimezzati, costi delle materie prime triplicati, bollette esagerate. Dopo l’aumento del costo del pane, tante le lamentele dei consumatori murgiani.

In tanti hanno accusato i panificatori di aver aumentato troppo il prezzo di un bene di prima necessità. Il pane è ancora un bene primario da tutelare con un costo accessibile a tutte le famiglie? Come sopravvivono i fornai con i costi delle bollette triplicate?

Ne abbiamo parlato con due panificatori di Gravina.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari