venerdì, 19 Luglio 2024
HomeNewsDai comuni“Gravina 4.0”: venerdì 2 febbraio ultimo incontro con le scuole al Liceo Tarantino...

“Gravina 4.0”: venerdì 2 febbraio ultimo incontro con le scuole al Liceo Tarantino e 3° Laboratorio di Comunità

Ospite del Laboratorio di Comunità il dottor Saverio Massaro, presidente ass. “Esperimenti Architettonici”

Continuano gli incontri a scuola con bambini e ragazzi per parlare della città che immaginiamo, più sostenibile e attenta al tema ambientale. Buoni risultati all’ITC Bachelet lo scorso 26 gennaio, venerdì 2 febbraio il Liceo Scientifico “G. Tarantino” aprirà le porte al progetto Gravina 4.0. Un laboratorio partecipato con i ragazzi per chiedere loro spunti e suggerimenti utili per immaginare la città del futuro grazie al PAESC.

Nel pomeriggio, sempre il 2 febbraio dalle 16:00 presso la Sala Consiliare del Comune di Gravina in Puglia, 3° LABORATORIO DI COMUNITA’.

Ospite Saverio Massaro, dottore di Ricerca in Architettura Teoria e Progetto presso l’Università Sapienza di Roma. Come civic designer, promuove strategie di rigenerazione urbana e coordina processi partecipativi in Puglia. Svolge attività di consulenza per pubbliche amministrazioni ed enti pubblici. Dal 2017 collabora con il Comune di Altamura alle attività del laboratorio urbano interistituzionale Iperurbano. Dal 2014 è co-fondatore e presidente dell’associazione non-profit Esperimenti Architettonici che nasce come un network informale di studenti, ricercatori e progettisti sparsi sul territorio nazionale, molti dei quali nati ad Altamura, per promuovere iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell’abitare contemporaneo e della qualità architettura.

Massaro, inoltre, è curatore del libro “Abitare circolare” che ha l’obiettivo di attivare un confronto sul tema degli scarti e dei rifiuti in relazione alle condizioni dell’abitare nel XXI secolo, con un focus sul territorio della Regione Puglia.

Il Comune di Gravina in Puglia ha aderito al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia con lo scopo di coinvolgere la comunità locale ad impegnarsi in iniziative per ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 55% entro il 2030 e accrescere la propria resilienza, attraverso l’attuazione di un Piano d’Azione che preveda tempi di realizzazione, risorse umane dedicate, monitoraggio e informazione e educazione.

Il PAESC – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima è un documento programmatico con il quale gli enti locali pianificano le proprie azioni per raggiungere gli obiettivi fissati dal Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia. Prima di iniziare a costruire il Piano vero e proprio nel periodo gennaio-febbraio 2024 sarà avviata una fase propedeutica partecipativa alla redazione del PAESC rivolta alla cittadinanza ed ai portatori di interesse (come scuole e associazioni) nata dalla necessità di un coinvolgimento attivo con chi opera e vive quotidianamente il territorio.

È responsabilità di tutti i cittadini fare la propria parte per rendere la città di Gravina più sostenibile e attenta all’ambiente.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari