venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeNewsAttualitàGravina: a lezione di volontariato con la Protezione Civile

Gravina: a lezione di volontariato con la Protezione Civile

Alla Scuola Elementare San Giovanni Bosco, concluso un percorso interdisciplinare incentrato sul volontariato.

Lezioni di volontariato a Scuola con la Protezione Civile di Gravina.

Si è svolto nei giorni 21 e 24 maggio un ciclo di due incontri che ha interessato le classi quarte della scuola primaria San Giovanni Bosco di Gravina. Gli appuntamenti sono stati tenuti da alcuni volontari del locale Gruppo Comunale di Protezione Civile. L’intento è stato di arricchire il percorso di Educazione Civica in cui i piccoli allievi sono coinvolti, su un livello interdisciplinare incentrato sul volontariato.

L’IDEA

L’idea è stata fortemente voluta dalle insegnanti Mariagrazia De Palo, Gianna Dipasquale, Tina Defelice, Silvana Giorgio, Grazia Raguso, Ketta Schinco e Anna Tartaro. Poi accolta favorevolmente dalla Dirigente Antonia Masserio, sempre disponibile, pronta e attenta a trasmettere valori importanti  agli alunni della sua scuola.

LEZIONI DI VOLONTARIATO

Le “lezioni” di volontariato a scuola sono state tenute dai volontari della Protezione Civile Comunale e hanno riguardato l’attività svolta durante i due anni di pandemia e in tutte le emergenze nelle quali il gruppo è stata impegnato.

I piccoli hanno ascoltato tutti gli interventi e posto una serie di domande agli operatori. Il tutto si è svolto in un clima di grande festa con gli scolari veri protagonisti delle lezioni. 

«Attraverso questi momenti, abbiamo voluto incentivare i nostri bambini a prendersi cura della comunità», ha spiegato la coordinatrice del progetto l’insegnate Mariagrazia De Palo. «Abbiamo rafforzato l’dea, nei nostri allievi, che fare volontariato permette di mettere alla prova i propri talenti apprendendo nuove competenze. Dagli incontri è emerso che, se si agisce insieme ad altri come spesso capita, si possono mettere in comune le esperienze e imparare da chi già sa fare. Ovviamente le competenze acquisite si possono spendere poi nel resto della vita, sul lavoro, nel percorso di studi e in qualunque campo. In secondo luogo, abbiamo pensato ai volontari come esempio per i più giovani. Le nuove generazioni devono imparare il valore della gratuità, e i volontari possono contribuire a questo insegnamento. Parlare di volontariato con esempi concreti ai più giovani, soprattutto ai bambini, è possibile contribuire a migliorare il loro futuro concretamente».

IL COMMENTO DEL COMM. SUP. LAMURAGLIA

Parole di apprezzamento al progetto sono giunte anche dal Comandante della Polizia Locale di Gravina Comm. Sup. Simone Lamuraglia. «Mi è sembrato giusto rispondere positivamente alla richiesta pervenuta dal Dirigente Scolastico della Scuola San Giovanni Bosco. Promuovere la buona pratica del volontariato già da piccoli, può rappresentare un buon viatico per formare cittadini virtuosi del futuro. Negli ultimi anni, con i ragazzi del Gruppo Comunale di Protezione Civile, abbiamo già fatto diversi progetti con gli istituti scolastici. Resteremo sempre disponibili quando le scuole chiederanno la nostra presenza».

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari