domenica, 2 Ottobre 2022
HomeNewsGravina, Polizia Locale al lavoro per la corretta conduzione dei cani

Gravina, Polizia Locale al lavoro per la corretta conduzione dei cani

Obiettivo: assicurare decoro e sicurezza

Al via a Gravina, una serie di controlli per la corretta conduzione dei cani.  

A farsi carico delle verifiche è stata la Polizia Locale che sta svolgendo una serie di accertamenti, fermando i proprietari di animali domestici per verificare la presenza di strumenti per la raccolta immediata delle deiezioni; la rimozione delle stesse dal suolo pubblico; la presenza di guinzaglio e/o museruola e l’iscrizione dell’animale all’anagrafe canina, con annesso microchip.

Le prime verifiche hanno riguardato una ventina di persone.

Dalle parole del Comandante della Polizia Locale, Simone Lamuraglia, emerge la soddisfazione per il buon esito di questa prima attività di verifica.

 «Questi controlli hanno tre obiettivi: innanzitutto garantire il decoro della Città, diminuendo il più possibile la presenza di deiezioni canine sul suolo pubblico, a seguire verifichiamo che i padroni si siano fatti carico di quei dispositivi utili a garantire la sicurezza di adulti, bambini  e di altri animali domestici, ed in ultimo, ma non meno importante, guardiamo alla sicurezza ed al benessere degli animali stessi, perché un cane microchippato e registrato é un cane seguito con attenzione».

Ma cosa succede quando viene riscontrata la violazione della norma? In caso di assenza di strumenti per la raccolta immediata delle deiezioni canine, in caso di mancata rimozione delle stesse dal suolo pubblico o in assenza di guinzaglio e/o museruola, la sanzione viene irrogata immediatamente.

In caso di mancata iscrizione dell’animale all’anagrafe canina o in caso di assenza di microchip, il proprietario viene sanzionato e invitato a regolarizzare la registrazione del proprio cane in tempi brevi.

La tua pubblicità qui

La registrazione all’anagrafe canina, con il relativo microchip, è obbligatoria per legge dal 1993 e il mancato rispetto comporta sanzioni pecuniarie che vanno ad un massimo di 600 euro.

«Il servizio – ha concluso il Comandante Lamuraglia –  ha trovato un riscontro positivo sia da parte dei proprietari dei cani che dalla gente che ha assistito alle operazioni di verifica».

Ad ogni modo, la Polizia Locale non intende abbassare l’attenzione sul tema ed invita i cittadini a segnalare a mezzo email a polizia.municipale@comune.gravina.ba.it eventuali violazioni alle norme. Segnalazioni che ovviamente resteranno anonime.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari