domenica, 2 Ottobre 2022
HomeNewsCaro carburante, interviene il Governo

Caro carburante, interviene il Governo

Atteso per domani il decreto taglia prezzi

Potrebbe arrivare già domani, 18 marzo, il decreto del Governo che dovrebbe imporre una riduzione del costo del carburante. Attraverso la riduzione dell’Iva o delle accise si punta a ridurre di almeno 10-15 centesimi al litro il costo della benzina e del gasolio.

Insomma, una boccata d’ossigeno per le famiglie e le imprese su cui pesano interamente i rincari di queste settimane. Il prezzo del carburante, intanto, verrebbe monitorato dalla struttura “Monopoli e Dogane”, alla quale, come spiega oggi Il Messaggero, sono collegate 20 mila pompe di benzina. In questo modo nessuno potrà fare il furbetto.

Un primo intervento da parte del Governo consapevole che il caro carburante può diventare la goccia per far traboccare un vaso già pieno di difficoltà e rincari tra caro bollette, aumento dei prezzi di molti beni di consumo tra cui quelli alimentari e con la crisi internazionale alle porte d’Europa che sta togliendo serenità  a tanti cittadini italiani. Il tutto dopo due anni di pandemia.

Da qui l’idea di un decreto urgente che dovrebbe prevedere una prima sforbiciata ai prezzi che tuttavia senza una soluzione duratura nel tempo rischia di far lievitare nuovamente i costi  aprtire dalla prossima settimana. In conclusione, se l’esecutivo dovesse decidere solamente di ridurre le accise per un periodo limitato di tempo la soluzione sembrerebbe essere meno efficace. Più d’impatto potrebbe invece avere un intervento che vada realmente ad agire contro quella che anche il governo, attraverso il ministro Cingolani, ha definito come una “colossale truffa”.

Intanto sul fronte privati i grandi distributori hanno già provveduto a ribasso, seppur minimo delle loro forniture.

Stando alla rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Eni ha ridotto di nuovo di 5 centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio, dopo l’analoga mossa di ieri. Stesso sconto per Q8.

IP taglia i prezzi di 10 centesimi al litro sia sulla verde che sul diesel.

La tua pubblicità qui

Sulla base delle variazioni odierne dei prezzi consigliati, le medie nazionali dovrebbero assestarsi oggi sui seguenti valori: benzina self service a 2,105 euro/litro, diesel a 2,108 euro/litro.

Benzina servito a 2,208 euro/litro, diesel a 2,219 euro/litro. Gpl servito a 0,880 euro/litro, metano servito a 2,255 euro/kg, Gnl 2,116 euro/kg.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari