sabato, 3 Dicembre 2022
HomeNewsAttualitàFedericus visto da un altamurano

Federicus visto da un altamurano

Pubblichiamo questa simpatica lettura delle giornate federiciane viste dagli occhi di un altamurano qualsiasi.

Pubblichiamo un simpaticissimo messaggio di un nostro lettore. Come testata ci sembrava il caso di pubblicarla e rivivere assieme a voi la giornata tipo di molti altamurani durante la famosa festa medievale. Ecco a voi il testo.

Da nove anni circa a questa parte, in una ridente cittadina del murgiano, prende vita una manifestazione che attrae migliaia di persone e che è in grado di trasportare nel tempo meravigliosamente.
Stiamo parlando di Altamura e nello specifico del festival medievale Federicus.
La durata dell’evento è di tre giorni, anche se in alcuni anni è stata portata a quattro.
Il centro storico della città è immerso in un autentico scenario medievale, con i claustri che si ergono ad imponenti feudi. Durante la manifestazione è possibile ammirare gruppi di cavalieri che si aggirano armati per le vie del centro, l’imperatore che sfila con il suo seguito e centinaia di attrazioni sia ludiche ma soprattutto gastronomiche.

Ma qual è l’aspetto che più ci piace sottolineare? Il comportamento dell’altamurano medio durante i giorni del Federicus, chiaramente.

Solitamente la giornata comincia verso le 10:30 quando il nostro eroe esce di casa per immergersi nello scenario medievale. Una delle prime cose che si ritrova ad affrontare l’altamurano medio è il traffico e le strade bloccate. Fenomeno che comporta una serie di bestemmie indefinite che molto spesso vanno a colpire le guardie ecozoofile, addette al servizio d’ordine della manifestazione.

Dopo circa 120 minuti di ricerca ininterrotta di parcheggio, ci si può addentrare nel centro medievale. Il percorso comincia con il caffè rituale e annesso ritrovo della compagine. Dopo il caffè comincia la maratona alcolica che caratterizzerà tutta la durata del Federicus. Spritz federiciani e birre medievali segneranno il tragitto, intervallate da gustosissimi panini con carni varie, spiedini di caciocavallo pastellati e “pttlekj” (ndr. Pettoline).

Il caratterizzante di questi quattro giorni è il girare continuamente attraverso le vie del centro fermandosi a provare tutte le varie attrazioni come il tiro con l’arco, il volo dei falchi e tutto l’entertainment medievale.
Peculiarità notevole è data dalla sfilata Federiciana, nella quale l’imperatore assieme alla fedele consorte Biancalancia, sfila accompagnato da tutto il seguito per tutta la città.

Ed è proprio il fattore Biancalancia che provoca una sub-manifestazione preventiva che in confronto Miss Universo è un contest di paese. Gli utenti Facebook scelgono attraverso i like, la Biancalancia che sfilerà accanto a Federico. La competizione è lanciatissima, sembra di stare alle elezioni amministrative. Chi prenderà più like avrà l’onore di interpretare la moglie dell’imperatore.

La tua pubblicità qui

Una volta terminata la giornata segnata inesorabilmente da panini, birre e federichi è giunto finalmente il momento di tornare a casa, consapevoli del fatto che il giorno dopo si dovrà ricominciare esattamente tutto da capo.

La bellezza di una manifestazione come questa non sta tanto nello scenario che viene ricreato o dalle attività che vengono proposte. La vera grande bellezza risiede nelle persone che lo popolano, gente visibilmente felice che trasmette felicità sotto forma di sorrisi, di birre, di spritz federiciani e di panino con la salsiccia.

Per poter trovare questa felicità vi conviene fare un salto ad Altamura, nei giorni 30 settembre, 1 e 2 ottobre.
Mi raccomando, orario decente per le bestemmie contro gli ausiliari del traffico.

(Foto di Danilo Disabato)

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari