mercoledì, 28 Settembre 2022
HomeNewsI cittadini dell'Alta Murgia in marcia per la pace

I cittadini dell’Alta Murgia in marcia per la pace

In migliaia hanno risposto all'appello dell'Anpi

No alla guerra. No all’invio delle armi italiane in Ucraina. No al massacro dei civili.

Sono questi gli slogan urlati dai partecipanti alla Marcia della pace che si è svolta sabato mattina. Due lunghissimi serpentoni partiti in contemporanea da Gravina e da Altamura si sono dati appuntamento presso il Campo 65, luogo diventato simbolo di sofferenza, di devastazione e oggi luogo della memoria.

Tantissimi i cittadini che hanno aderito alla manifestazione oltre alle tante associazioni e scolaresche che hanno dato il proprio supporto all’Associazione nazionale partigiani ( Anpi) che ha promosso l’evento.

Presenti  oltre alla amministrazioni di Altamura e Gravina anche le delegazioni di Poggiorsini, Minervino, Corato e Acquaviva delle fonti guidate dai rispettivi sindaci.

A campo 65 sono stati diversi gli interventi degli organizzatori per ribadire il rifiuto totale di ogni forma di conflitto a fuoco. A chiudere la manifestazione l’intervento del vescovo della Diocesi, Monsignor Giovanni Ricchiuti che si è detto speranzoso per un imminente cessate il fuoco.

In chiusura lo stesso Monsignor Ricchiuti ha ringraziato tutti i fedeli della Diocesi che in pochi giorni sono riusciti a raccogliere oltre 22 tonnellate di aiuti tra cibo e vestiario diretti in Polonia luogo di accoglienza di migliaia di profughi ucraini.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari