martedì, 29 Novembre 2022
HomeNewsAttualitàPuglia, Stea si riprende il suo posto in giunta

Puglia, Stea si riprende il suo posto in giunta

"Cartelle pagate due volte, spero che la giustizia faccia il suo corso"

Gianni Stea ri- nominato assessore al personale e al contenzioso per la Regione Puglia. A distanza di poche settimane dal ritiro della delega deciso dal governatore Emiliano sulla base di una ordinanza di decadenza del Tribunale di Bari a causa di un presunto debito di 8.000 euro per bolli non pagati nei confronti della Regione, Gianni Stea torna al suo posto. Il Presidente della Regione Michele Emiliano, preso atto dell’atto di citazione in appello notificato appunto da Stea e della conseguente sospensione dell’efficacia dell’ordinanza del Tribunale, lo ha richiamato tra le fila della giunta regionale. A poche ore dalla nuova nomina, l’assessore altamurano si dice “grato per la fiducia  e per la stima dimostrata nei mie confronti dal presidente Emiliano e da tutto il governo regionale”. Sul fronte giudiziario l’assessore al personale si dice fiducioso che “presto sarà fatta giustizia sperando che in secondo grado sia ristabilita la verità ovvero che quel debito nei confronti della Regione era già stato saldato”. Stando a quanto riferisce Stea, egli stesso sarebbe stato vittima di procedimento burocratico per cui all’agenzia delle entrate non è mai stato comunicato il saldo dei bolli auto intestati all’assessore. “Sono stato costretto, nonostante la contrarietà del mio commercialista, a pagare nuovamente le cartelle per mettere fine a questo disguido”. Cartelle per cui è già partita una richiesta di rimborso.

Sul fronte istituzionale, invece, l’assessore si dice impegnato a chiudere i procedimenti per l’assunzione di nuovo personale regionale nelle categorie B in attesa di definire le date dei nuovi concorsi per le categorie C, B3 e autisti da impiegare in Regione.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari