sabato, 3 Dicembre 2022
HomeNewsAttualitàLa popolazione mondiale cresce ma non ad Altamura, Matera e Gravina

La popolazione mondiale cresce ma non ad Altamura, Matera e Gravina

Le tre città in controtendenza rispetto alla crescita globale: è crisi demografica.

La popolazione mondiale continua a crescere ed è notizia di oggi che sulla terra siamo in 8 miliardi. Secondo l’Onu l’aumento è dato principalmente dalla crescita demografica di due continenti: l’Africa e l’Asia.

L’Europa è sempre più al centro di una decrescita demografica (ogni anno il tasso di crescita e sempre più basso) e secondo le stime dell’Eurostat l’Italia nel 2080 rischia di passare da 60 a 53 milioni di abitanti. Dati allarmanti dovuti soprattutto ad un rallentamento demografico nella zona europea e di tutto l’occidente. Altamura, Matera e Gravina seguono questo filone.

Dal 2018 al 2021, secondo i dati Istat, le tre città hanno perso 2133 abitanti interrompendo una curva di crescita costante dal dopoguerra. In questo triennio Altamura ha perso 603 abitanti, Matera 609 e Gravina in Puglia, nonostante sia la più piccola delle tre, ha visto cancellare dalle liste dell’anagrafe ben 921 persone: un vero salasso.

Oltre ai tassi di migrazione degli ultimi tre anni che hanno visto migliaia di autoctoni andare via verso altri comuni italiani o andare all’estero, ha pesato il tasso di natalità in continuo calo. L’Italia nel 2020 ha visto una media di 6,8 nuovi nati per mille abitanti. Altamura è andata controtendenza attestandosi nello stesso anno ad un tasso del’8,6. Sempre nel 2020 Gravina ha confermato la tendenza nazionale con un tasso di natalità pari al 6,8, mentre Matera è andata sotto la media italiana attestandosi ad una percentuale del 6,4. Dati che, complice anche la prima ondata di pandemia, non portano il bilancio in positivo se confrontati con i tassi di mortalità. Sempre nel 2020 sono morte 8,6 persone ogni mille abitanti ad Altamura contro il 9,9 a Gravina e Matera.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari