mercoledì, 6 Luglio 2022
HomeNewsAttualitàOggi ricorre il Solstizio d’estate 2022, il giorno più lungo dell’anno

Oggi ricorre il Solstizio d’estate 2022, il giorno più lungo dell’anno

Con il solstizio d’estate, salutiamo la primavera e diamo ufficialmente il benvenuto all’estate.

Non tutti sanno che in questa giornata così particolare, il sole raggiunge il suo punto massimo di declinazione dando origine al giorno più lungo dell’anno che apre le porte all’estate astronomica.

Con il termine “solstizio” si intende il punto di declinazione minima o massima che il Sole compie nel suo moto.

Origine del nome

Da qui,  l’origine del nome: solstitium, parola latina composta da due termini: sole (sol) e fermarsi (sistere). Appunto, sole fermo.

Nel corso dell’anno si verificano due solstizi: uno a giugno e uno a dicembre.

Il primo nell’emisfero boreale segna il passaggio dalla primavera all’estate, mentre il secondo indica l’inizio della stagione invernale, con la massima durata della notte.

Ovviamente, nell’emisfero australe, la situazione è invertita.

Caratteristiche

La tua pubblicità qui

La caratteristica fondamentale del solstizio d’estate è quindi quella di offrire la notte più corta dell’anno per chi si trova nell’emisfero boreale.

Di conseguenza il giorno in cui si celebra il solstizio d’estate vanta il maggior numero di ore di luce, con tutti i benefici che ne derivano anche dal punto di vista della salute e dell’umore.

Quest’anno il solstizio d’estate avverrà proprio oggi, 21 giugno, alle 11.13.

Il solstizio d’estate non cade sempre nello stesso giorno

Anche se l’inizio dell’estate è ufficialmente il 21 giugno, il momento esatto del solstizio dal punto di vista della configurazione astronomica non avviene sempre allo stesso orario, ma con un ritardo di circa sei ore rispetto all’anno precedente.

Ogni quattro anni poi si ha un riallineamento grazie all’anno bisestile. Il momento in cui i raggi del Sole colpiscono perpendicolarmente il Tropico del Cancro è comunque sempre compreso tra il 20 e il 21 giugno.

Fatta questa premessa scientifica, va detto che il solstizio è un evento avvolto di magia e mistero, e viene celebrato in tutto il mondo fin dall’antichità con una serie di riti e rituali diversi, tutti volti a festeggiare l’inizio dell’estate e il ritmo dei cicli della natura. 

In antichità, questo fenomeno era legato a miti e festeggiamenti di vario tipo, legati alle divinità del sole (Apollo per i Greci e i Romani).

Ma i calendari solari in grado di “segnare” il momento del solstizio hanno origine ancora più antica, basti pensare a Stonehenge nel Regno Unito, a Machu Picchu in Perù o ancora a El Caracol edificato dai Maya.

Nel momento di transizione tra il paganesimo e il cristianesimo,la festa del solstizio è stata dedicata a San Giovanni Battista, nato il 24 giugno. Una festività legata alle credenze popolari, secondo le quali, nell’unione tra notte e giorno, il santo faccia riaffiorare energie mistiche e divinatorie. Per questo si parla di “Notte delle Streghe”, una tradizione particolarmente sentita in Sardegna e a Roma.

Le leggende legate a questo giorno sono veramente tante.

Quel che è certo è che, aldilà di come lo si interpreti, il solstizio d’estate è un momento di cambiamento e per questo merita di essere celebrato.

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari