giovedì, 22 Febbraio 2024
HomeNewsOspedale della Murgia, Oculistica nella rete dei Centri per trapianti di cornea

Ospedale della Murgia, Oculistica nella rete dei Centri per trapianti di cornea

Altamura e Gravina completano l’offerta aggiungendosi alle altre strutture specializzate della ASL Bari: Di Venere, Putignano e Terlizzi

L’unità operativa di Oculistica dell’Ospedale della Murgia entra ufficialmente nella rete dei Centri che effettuano il trapianto di cornea. Una novità importante per il presidio di Altamura, che va così ad aggiungersi agli altri centri qualificati della ASL Bari che già svolgono questa attività, il “Di Venere” di Bari, il “Santa Maria degli Angeli” di Putignano e il PTA di Terlizzi, di fatto ampliando l’offerta complessiva in materia di trapianti di cornea e garantendo un punto di riferimento in una vasta area, in stretta collaborazione con il Centro Regionale Trapianti.

L’esecuzione dei trapianti di cornea presso l’Ospedale della Murgia, a partire dal mese di ottobre, è resa possibile da una serie di fattori convergenti: l’organico e le professionalità disponibili, la presenza di 4 posti letto, la dotazione tecnologica e l’adeguatezza della sala operatoria dedicata.

A questo va aggiunta la competenza specifica frutto dell’attività decennale svolta in precedenza dal dott. Vito Primavera, che è il dirigente responsabile dell’Oculistica, presso la Clinica Oculistica dell’Università degli Studi di Foggia.

Un bagaglio di esperienza forte di circa 100 trapianti eseguiti in carriera, che consentirà di realizzare, con le attuali tecniche, il trapianto di cornea su pazienti affetti da patologie corneali con incidenza abbastanza elevata.

La tecnica chirurgica

Il trapianto di cornea, in modo più appropriato definito cheratoplastica perforante, rappresenta una metodica indispensabile al ripristino della trasparenza corneale con conseguente miglioramento della funzione visiva in presenza di diverse patologie (cheratopatia bollosa, cheratocono, cheratiti ecc.).

Negli ultimi anni la cheratoplastica ha vissuto una grande evoluzione in relazione alla sostituzione solo degli strati della cornea interessati dalla patologia, con una riduzione dell’invasività e del rischio di rigetto e un significativo miglioramento dei risultati funzionali.

«L’auspicio con l’introduzione di questa nuova metodica – ha spiegato la Direttrice medica del presidio, Annalisa Altomare – è di potenziare ulteriormente l’attività assistenziale dell’Ospedale della Murgia, che insiste in un territorio largamente popoloso e di confine, consentendo alla UO di Oftalmologia di implementare ulteriormente l’attrattività che già oggi registra un 30% delle prestazioni su pazienti in mobilità extraregionale e provinciale.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it

Inoltre, questa attività sicuramente darà un contributo per l’abbattimento delle liste di attesa dei trapianti di cornea e stimolerà la donazione delle cornee anche nel territorio della Murgia».

Un tema, quest’ultimo, per il quale è in generale impegnato il Coordinamento per Donazione e Trapianti ASL Bari, di cui è responsabile il dott. Giuseppe Tarantino, sia attraverso la costante attività formativa rivolta agli operatori sanitari – con un corso svolto proprio oggi nell’Ospedale di Altamura e il prossimo in programma il prossimo 16 novembre nel presidio di Monopoli – sia con le campagne di sensibilizzazione e informazione indirizzate a cittadini e associazioni.

«E’ fondamentale – ha detto il Direttore sanitario ASL Bari, Luigi Rossi – intervenendo in apertura – lavorare sul territorio per costruire una cultura della donazione, informando e comunicando, e all’interno dell’azienda sanitaria per realizzare e potenziare una rete della donazione, come stiamo facendo anche qui ad Altamura. È un lavoro complesso, difficile ma stimolante, che dà straordinari risultati».

In Puglia, infatti, in questa prima parte dell’anno sono state donate 180 cornee a beneficio di altrettanti riceventi.

Richiedi il tuo banner su ilTag.it
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari