giovedì, 2 Febbraio 2023
HomeNewsSanteramo, ennesimo affondo contro il sindaco Casone: "Faccia le valigie"

Santeramo, ennesimo affondo contro il sindaco Casone: “Faccia le valigie”

Dai consiglieri Maffei e Nocco la richiesta di una verifica politica o in alternativa le dimissioni del sindaco

Ennesimo attacco contro il sindaco Vincenzo casone e la sua amministrazione. Questa volta le pesanti critiche all’indirizzo del sindaco portano la firma dei consiglieri  Raffaele Maffei (Civici per Santeramo) e Michela Nocco, ex candidata sindaco e consigliere per  Forza Italia.

Secondo i due esponenti di opposizione “è giunta l’ora che il sindaco apra una formale crisi di Giunta e una verifica dell’operato della sua amministrazione in consiglio comunale. Le difficoltà di questa amministrazione sono evidenti e ci si chiede come si possa procrastinare ancora una situazione che rischia di portare Santeramo ad un isolamento politico rispetto al dinamismo della gran parte delle città dell’area metropolitana di Bari”.

Casone è accusato di non essere un vero leader sia politicamente che a livello amministrativo.

“Ci giungono notizie di disservizi a tutti i livelli, e ciò che è peggio è che la città è in stato di abbandono, persino sulla mancata risposta ai bisogni più elementari dei cittadini. Dopo la famosa consegna delle card alimentari senza ricarica in denaro assistiamo sgomenti all’impossibilità delle imprese agricole ad ottenere il rilascio, dagli Uffici Comunali preposti, del libretto UMA per l’acquisto del carburante agevolato, i piani di lottizzazione edilizia, peraltro sicuramente stracolmi di polvere, giacciono nei cassetti degli Uffici, del tanto agognato PUG si son perse le tracce, la formazione delle Commissioni Consiliari a sette mesi dall’avvio della consiliatura è un argomento che evidentemente la maggioranza non intende affrontare, causa: “già i litigi sono troppi non aggiungiamo benzina al fuoco”. La mancata partecipazione ai bandi PNRR aggrava ulteriormente la posizione dell’attuale amministrazione”.

Per i due consiglieri Casone dovrebbe aprire ufficialmente la crisi per verificare se ci siano o meno le condizioni per governare la città di Santeramo: “Il sacrosanto diritto dei cittadini ad essere ben governati, consigliano le immediate dimissioni di un Sindaco, che inequivocabilmente, non gode più della fiducia della gente e di gran parte della propria maggioranza. Un comune come Santeramo si amministra bene con il consenso dei cittadini e delle forze politiche che li rappresentano e sostengono un progetto amministrativo e una precisa azione di governo. Diversamente è un tirare a campare che non giova a nessuno, nemmeno al Sindaco”

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari