mercoledì, 6 Luglio 2022
HomeNewsGravina, le ragioni dell'associazione Obiettivo Giovani

Gravina, le ragioni dell’associazione Obiettivo Giovani

A seguito della pubblicazione dell’articolo: “Parchi pubblici, a Gravina le associazioni rifiutano la proposta del Comune” riceviamo e pubblichiamo dall’associazione Obiettivo Giovani:

“Gentile redazione de “IlTag.It”, ci preme replicare ad alcune inesattezze contenute nell’articolo pubblicato qualche giorno fa, riguardante i parchi pubblici del Comune di Gravina in Puglia, laddove si allude ad uno scarso interesse delle associazioni alla gestione del verde. L’Associazione Obiettivo Giovani Gravina APS, da sempre si è impegnata per la tutela e valorizzazione della “cosa pubblica” e non ha “mai” perso l’interesse alla gestione dei parchi in zona Pip. Da sempre siamo in prima fila per la gestione dei parchi e per la valorizzazione della nostra Città. I nostri volontari si sono presi cura dei parchi della zona Pip, realizzando manifestazioni molto partecipate, corsi per i bambini, abbiamo installato canestri, abbiamo piantumato circa 40 alberi, per non parlare della manutenzione e le pulizie giornaliere. Durante il lockdown, su nostra richiesta, l’Amministrazione Comunale ci ha permesso di aprire i parchi per i bambini disabili, “a gratis” (come si dice dalle nostre parti) e senza nessun ringraziamento. La redazione si chiede perché l’associazione Obiettivo Giovani Gravina APS, non ha partecipato alle procedure di gara. E la risposta è molto semplice. Per questioni personali, lavorative, familiari, alcuni volontari hanno preso altre strade e non potendo garantire lo stesso servizio e le stesse attenzioni che abbiamo offerto negli anni precedenti, abbiamo preferito non partecipare all’affidamento, lasciando spazio ad altri.

Qualcuno potrà recriminare che si tratta squisitamente di una questione economica, ma quel qualcuno si sbaglia, perché nei 7 anni di gestione per ben due anni non abbiamo percepito nessun tipo di rimborso spese senza far polemica, abbiamo continuato a fare il nostro lavoro. A parlare sono gli atti. Chi ha governato sa quante volte abbiamo chiesto la gestione decennale dei i parchi , ma le nostre missive hanno sempre ricevuto un assordante silenzio. Alla prossima amministrazione possiamo solo chiedere di realizzare condizioni migliori di gestione dei parchi con un bando pubblico, al quale tutti posso partecipare, dando la possibilità di garantire l’apertura, la chiusura, la pulizia dei parchi e le stesse attenzioni che la nostra associazione ha dato.

Abbiamo anche richiesto di realizzare un’area di sgambettamento per cani (vedi area sita in zona Caccia) sul suolo di proprietà comunale (dove viene posto il falò di San Giuseppe), ma anche in questo caso, dalla vecchia amministrazione, abbiamo ricevuto solo assordante silenzio. Oggi, anche grazie alla pandemia è stata rivalutata la salubrità della vita all’aria aperta, a contatto con la natura. Noi saremo sempre disponibili a garantire il nostro servizio alla cittadinanza, ma ci auguriamo allo stesso modo, di ricevere rispetto da coloro che hanno responsabilità di governo”.

Il Presidente Bartolomeo Murgese

La tua pubblicità qui
ARTICOLI CORRELATI

I Più Popolari